Notte di incendi a Palermo, panico tra i residenti in fuga :ilSicilia.it
Palermo

Alla Noce e in via Maqueda

Notte di incendi a Palermo, panico tra i residenti in fuga

21 Giugno 2018

Notte di fuoco a Palermo. Due incendi hanno allarmato gli abitanti del quartiere Noce e di via Maqueda. Il primo ha coinvolto un’auto parcheggiata in strada in via Mario Arezzo. Le fiamme alte hanno interessato anche il prospetto di un edificio. I residenti hanno allertato i vigili del fuoco. In molti terrorizzati dal fumo e dalle fiamme sono scesi in strada poco dopo l’una di notte.

I pompieri, giunti sul posto, hanno sgomberato l’immobile. Non sono state trovate tracce di dolo vicino alla vettura che è andata a fuoco. I tecnici dell’Enel hanno ripristinato i cavi elettrici danneggiati dalle fiamme e hanno messo in sicurezza gli impianti nella zona. Un secondo rogo è scoppiato in vicolo Santa Rosalia, una traversa di via Maqueda, poco prima delle 6.

L’incendio ha interessato una cabina elettrica ad alta tensione all’interno dell’istituto comprensivo statale Madre Teresa di Calcutta. Un denso fumo si è sprigionato e molte persone hanno chiamato la sala operativa del comando del vigili del fuoco che, intervenuti sul posto, hanno messo in sicurezza l’edificio scolastico. La scuola è rimasta al buio.

L’intenso fumo ha invaso i locali, il plesso scolastico e le strade vicine sono state disalimentate per consentire ai vigili del fuoco e ai tecnici dell’Enel di compiere le verifiche La cabina fornisce energia alla rete pubblica di illuminazione. La causa del rogo, forse, un sovraccarico di energia partito nella zona del lato cliente, in questo caso il Comune di Palermo. I tecnici dell’Enel valuteranno se vi sono allacci abusivi e provvederanno a valutare il danno e a riparare i guasti.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.