Notte di incendi a Palermo: rifiuti in fiamme da Bonagia a Borgo Nuovo :ilSicilia.it
Palermo

una decina i roghi

Notte di incendi a Palermo: rifiuti in fiamme da Bonagia a Borgo Nuovo

di
29 Dicembre 2018

Una decina di incendi appiccati a cumuli di spazzatura e cassonetti nella notte a Palermo. Ieri sera in via Vincenzo Barone nel quartiere Montegrappa sono state spente le fiamme a cumuli di rifiuti.

I vigili del fuoco sono intervenuti poco dopo la mezzanotte in via Palmerino dove era stato appiccato un rogo ai cassonetti. Altri incendi sono stati spenti nel quartiere Altarello in via Anapo.

Anche alla Zisa in via Silvio Pellico sono state spente le fiamme. A Borgo Nuovo in via Pantalica un altro rogo di spazzatura. I vigili del fuoco in nottata sono intervenuti anche per un incendio di rifiuti a Bonagia, in via Guido Rossa.

Sacchetti d’immondizia dati alle fiamme anche in via Imera. Nelle prime ore della mattina del 29 dicembre sono stati spenti in zona Oreto-Stazione, in via Del Vespro.

 

Leggi anche:

Rifiuti ingombranti a Palermo, per Orlando potrebbe essere colpa della mafia | Video servizio

Rifiuti dati alle fiamme, a Palermo è emergenza sanitaria | Video

Natale a Palermo tra i rifiuti: “Merito di Orlando, class action per rimborso Tari”

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin