Nubifragio a Palermo, cittadini protestano contro Orlando: "Vergogna! Non c'è rispetto" | VIDEO :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Nubifragio a Palermo, cittadini protestano contro Orlando: “Vergogna! Non c’è rispetto” | VIDEO

di
16 Luglio 2020

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Scene apocalittiche quelle viste a Palermo a causa del nubifragio che ieri che ha colpito la città. Nel frattempo, è giallo sulle due presunte vittime, per le quali ancora non ci sono conferme, mentre la Procura sta valutando l’apertura di una inchiesta.

Una delegazione di cittadini ha così deciso di esprimere la propria indignazione, recandosi stamani a Palazzo delle Aquile per protestare contro il sindaco Leoluca Orlando.

Tra loro anche Amalia Miranda, del Movimento Italia Sociale: “Noi oggi siamo qui. Rappresentiamo una piccola delegazione. Siamo due donne del Movimento Italia Sociale a lutto. Vogliamo – dice – che il Comune di Palermo risponda per quello che ha fatto. Questa è una tragedia che colpisce tutta la città, quando sono arrivata la gente si è fermata perché ha visto che c’è qualcuno che ha il coraggio di parlare. Ma dell’amministrazione comunale non c’è nessuno. Né sindaco, né giunta, né amministratori né opposizione. Nessuno che risponde”.

E ancora: “La gente sta raccogliendo con le proprie mani i detriti. Il Movimento Italia Sociale rappresenta la difesa dei cittadini contro il potere, le sedie e le poltrone. Oggi qui dovranno scendere e rispondere alla gente che sta protestando perché vuole risposte. Pretendiamo il commissariamento della città di Palermo perché questa è una organizzazione criminale e lo Stato deve intervenire perché siamo in mano a dei delinquenti e ladri. Chiediamo risposte”.

Ore certamente difficili per la città ma anche per il sindaco Orlando. Come è possibile che nel 2020, le strade, e soprattutto le arterie principali della città, come viale Regione Siciliana, dove la manutenzione dovrebbe avvenire quotidianamente, si trasformino in fiumi? Molta gente si è salvata abbandonando le automobili e attraversando le strade a nuoto.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin