Nuova aggressione nel carcere Ucciardone di Palermo, detenuto colpisce due agenti :ilSicilia.it
Palermo

il fatto

Nuova aggressione nel carcere Ucciardone di Palermo, detenuto colpisce due agenti

di
27 Ottobre 2021

Un detenuto ha aggredito un assistente capo coordinatore ed un ispettore nel carcere “Ucciardone” di Palermo.

Lo denuncia il segretario provinciale del Cnpp (Coordinamento nazionale polizia penitenziaria) Maurizio Mezzatesta. Nel corso di un controllo mattutino l’uomo, ristretto alla nona sezione, avrebbe aggredito senza alcuna motivazione, le due persone che erano in servizio. Ad avere la peggio nella colluttazione l’assistente capo coordinatore, di 52 anni, colpito con violenza da calci e pugni. L’uomo è stato soccorso e si trova in ospedale con traumi alla mano, al braccio e alla spalla destra. Ieri lo stesso detenuto aveva aggredito con schiaffi al volto un altro agente di polizia penitenziaria.

“Siamo preoccupati – dice il segretario provinciale Cnpp, Maurizio Mezzatesta – per l’escalation delle aggressioni, che ormai fanno parte della nostra vita professionale. Ci sono problemi che abbiamo sempre denunciato come la carenza di personale, i carichi di lavoro insostenibili. A noi grava il fatto che in quest’anno, in special modo in questa struttura, c’è stato un numero sempre più alto di aggressioni con conseguenze per il personale, rilevanti anche sotto l’aspetto dell’organizzazione del lavoro. Vogliamo che queste persone che hanno espresso violenza nei confronti degli agenti vengano trasferite in altre sedi“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv: tante le novità in arrivo

Terminato o allentato il blocco delle produzioni a causa della pandemia, le nuove stagioni di molte Serie tv (alcune delle quali  attesissime perché conclusive) arriveranno a breve sugli schermi

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin