Nuova circolare Conte pro 'corsetta'. L'ira del medico palermitano: "Ma col culo di chi state giocando?" :ilSicilia.it

le parole dell'ematologo in lombardia

Nuova circolare Conte pro ‘corsetta’. L’ira del medico palermitano: “Ma col culo di chi state giocando?”

1 Aprile 2020

Le nuove disposizioni in merito alla quarantena dovuta all’emergenza covid-19 fanno discutere gli italiani ma anche i medici che si trovano in prima linea nei covid-center a cercare di poter curare le migliaia di malati senza avere una idonea profilassi farmaceutica stabilita dal OMS.

Tra le attività motorie ammesse resta quella di fare jogging. L’ha precisato il Viminale riguardo la circolare firmata dal capo di Gabinetto del ministro dell’Interno Piantedosi. Resta comunque “non consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto ed accedere ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici” ma “l’attività motoria generalmente consentita non va intesa come equivalente all’attività sportiva“.

Nella circolare, inoltre, si precisa che è consentito “a un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione. La stessa attività può essere svolta nell’ambito di spostamenti motivati da situazioni di necessità o per motivi di salute“.

Il Viminale dice ai prefetti “taluni chiarimenti in merito a profili applicativi in tema di divieto di assembramento o di spostamenti di persone fisiche“.

Circolare che ha suscitato enorme polemica nei social. Un esempio: Rosario Palazzolo, ematologo palermitano che lavora nel centro Covid-center dell’ospedale di Sondalo (Lombardia).

Ore 01.55 am, sono nel mio reparto covid-19 di Sondalo per il turno notturno, bardato dalla testa ai piedi, mi impongo di non uscire troppo velocemente dalla degenza per non dover rientrare e sprecare altri dispositivi di protezione, passo nelle camere per accertarmi che tutto proceda regolarmente e verifico se qualche paziente nel sonno si sia tolto accidentalmente la maschera dell’ossigeno. Anche stasera procedono i ricoveri. C’è stato il consueto decesso e le numerose desaturazioni per cui corri continuamente a tranquillizzare i pazienti. E il nostro governo fa i decreti per la passeggiatina di genitore con prole vicino casa? Ma co culo di chi state giocando? Ma che ci sto a fare stasera qui? Ignobili”. Afferma su Facebook.

© Riproduzione Riservata
Tag:
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.