Nuova perturbazione sull'Italia, gelo e neve anche al Sud :ilSicilia.it

il fatto

Nuova perturbazione sull’Italia, gelo e neve anche al Sud

di
4 Dicembre 2021

Una nuova irruzione di aria artica si appresta a investire l’Italia generando un centro depressionario che piloterà una perturbazione sospinta da forti venti di Libeccio. A seguire, una nuova ondata di maltempo invernale colpirà il nostro Paese, con nevicate fino in pianura al Nord.

La neve, scenderà sugli Appennini dapprima intorno a 1400 metri, poi anche sotto i 1000 metri nel corso delle ore serali. In Sardegna i fiocchi cadranno sin da subito a 900 metri. Il vortice si sposterà rapidamente verso Sud con l’inizio della prossima settimana, nel frattempo venti freddi di Tramontana cominceranno a soffiare su tutto il Paese facendo crollare le temperature sia diurne sia notturne.

Poi, proprio nel giorno dell’Immacolata (mercoledì 8 dicembre) un vortice ciclonico si approfondirà sul mar Ligure: incontrando nel suo movimento da Ovest verso Est il cuscino freddo padano (l’aria gelida che era rimasta precedentemente intrappolata, ovvero uno strato molto freddo prossimo al suolo, con temperature ben sotto gli 0°C), “potrebbe provocare nevicate copiose a partire dal Nordovest, imbiancando città come Cuneo, Torino, Genova (qui magari mista tra la pioggia), Milano, Varese, Como, Bergamo, Brescia, Pavia e Piacenza; fiocchi anche sul Veneto occidentale (attenzione a Verona e Vicenza). La neve potrebbe continuare a cadere fino alle prime ore di giovedì 9 raggiungendo accumuli compresi tra 2/5 cm in Piemonte e di circa 5/10 cm in Lombardia ed Emilia occidentale”.

NEL DETTAGLIO

Sabato 4. Al nord: dapprima sole, poi cielo coperto, neve sui confini. Al centro: peggiora sull’alta Toscana, più sole altrove, ma in serata piogge anche sul Lazio. Al sud: dapprima rovesci sul Messinese, poi entro sera anche in Campania.

Domenica 5. Al nord: instabile al Nordest con neve sui rilievi a 3-500m. Al centro: a tratti instabile, soprattutto in Sardegna (neve a 900m). Al sud: maltempo su coste campane, in Calabria e in Basilicata, piogge sparse in Sicilia.

Lunedì 6. Al Nord, cielo in prevalenza sereno. Foschia sulla pianura padana. Al Centro: rovesci sui settori adriatici, neve a 800 metri.

Al Sud, diffusa instabilità su tutte le regioni, con neve in Appennino sopra 900 metri

IN SICILIA

Nello specifico la parte occidentale dell’Isola (TP, PA, AG) sarà colpita da fenomeni a carattere di rovescio o temporale e non sono da escludersi locali nubifragi e puntuali grandinate. Altrove alternanza tra schiarite, annuvolamenti e rapidi rovesci a carattere sparso e irregolare.

Temperature in rialzo sulla fascia ionica, con poche variazioni altrove.

Venti ancora moderati o tesi, disposti prevalentemente dai quadranti occidentali. Mari molto mossi o ancora a tratti agitati a largo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin