Nuova spinta per l'agroalimentare siciliano, la Regione riconosce il Doses :ilSicilia.it
Ragusa

FATTURATO DA OLTRE 300 MILIONI DI EURO

Nuova spinta per l’agroalimentare siciliano, la Regione riconosce il Doses

di
14 Dicembre 2019

Il Distretto del Cibo del Sud-Est Siciliano, promosso dal DOSES – Distretto Orticolo Sud-Est Sicilia, e con sede a Vittoria (RG), è stato riconosciuto dalla Regione Siciliana.

I distretti del cibo sono uno strumento nuovo e aggregativo di promozione territoriale con alcuni obiettivi precisi: tutelare la sicurezza e la qualità alimentare, migliorare le produzioni orticole di qualità, ridurre gli sprechi alimentari e diminuire i rischi ambientali.

Si tratta di un aggregato strategico per lo sviluppo del settore agricolo ed agro-alimentare, che darà la possibilità di usufruire di finanziamenti nazionali e comunitari che permettano la realizzazione di progetti di valorizzazione del territorio.

Attorno al Distretto, i territori e le varie realtà produttive si sono organizzati per mettere a sistema le potenzialità e fare rete tra i diversi soggetti che operano nel settore agricolo, agroalimentare, turistico e culturale.

La regione siciliana ha riconosciuto sette distretti, in varie zone geografiche dell’isola. Il “Distretto del cibo del Sud Est siciliano” di Vittoria comprende 250 imprese delle province di Ragusa, Siracusa, Caltanissetta, Catania, Enna e Agrigento, ha un fatturato complessivo stimato in oltre 300.000.000 di euro.

“È il tempo di valorizzare le eccellenze siciliane e le oltre 250 imprese che hanno sposato il nostro progetto – commenta il responsabile di programma, Gianni Polizzi -. Il piano di sviluppo include le principali aziende delle province di Ragusa, Siracusa, Catania, Caltanissetta, Enna, Agrigento, nonché ingloba ben 12 filiere espressioni di eccellenze del settore orticolo, agrumicolo, della frutta fresca, delle piante officinali, olivicolo e oleario, vitivinicolo, delle carni, del lattiero caseario, ittico, biologico, cerealicola e mielicola“.

Si guarda al futuro ed alle prospettive che si aprono: “Con il riconoscimento del Distretto del Cibo – aggiunge Polizzi – si aprono nuove prospettive di crescita e siamo non solo di continuare a dare lustro al territorio del sud est siciliano, ma anche di portare risultati concreti al fine, finalmente, di rispondere alle esigenze delle imprese agroalimentari e della fascia trasformata sud orientale”.

“Orgogliosi di aver raggiunto questo ambizioso obiettivo, ringraziamo l’assessore Edy Bandiera e gli uffici del Dipartimento Agricoltura per la grande attenzione, celerità e disponibilità dimostrata nell’iter di riconoscimento”, chiosa il responsabile.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.