Nuove proteste a Palermo: flashmob a Piazza Pretoria, fiaccolata in piazza Verdi :ilSicilia.it
Palermo

LE INIZIATIVE NEL CAPOLUOGO SICILIANO

Nuove proteste a Palermo: flashmob a Piazza Pretoria, fiaccolata in piazza Verdi

di
2 Novembre 2020

Nuove manifestazioni in programma a Palermo relative all’emergenza coronavirus e ai DPCM del Governo Conte.

GIOVEDÌ PICCHETTO A PIAZZA PRETORIA

Eros Di Maio

E’ stata autorizzata per giovedì alle 16:00 una nuova agitazione di commercianti e lavoratori contro le limitazioni per combattere l’emergenza covid-19. Ad organizzare l’evento è Eros Di Maio, titolare di una palestra impegnato in questi giorni in diverse manifestazioni di piazza.

Ci presenteremo simbolicamente in tuta perchè ci hanno tolto il diritto a praticare sport“, sottolinea Di Maio. “La manifestazione è aperta a tutti ed è autorizzata. L’appuntamento, per chi vorrà partecipare, è in piazza Pretoria. Dobbiamo continuare a far sentire la nostra voce per dire no a queste limitazioni insensate – sottolinea il titolare -. Durante le festività in centro vi erano assembramenti ovunque. Ma quindi il pericolo sono le palestre e i luoghi di cultura? E’ ridicolo“.

VENERDÌ FIACCOLATA IN PIAZZA VERDI

Una fiaccolata simbolica in tutela del diritto alla salute. E’ stata così indetta una manifestazione per venerdì 6 novembre, alle 18.00, davanti il Teatro Massimo. Il gruppo fa parte del Coordinamento “Comitati per la Salute – Sicilia”, organizzazione formata da diverse realtà dell’Isola.

Il sistema sanitario italiano negli ultimi anni ha subito un graduale, ma significativo ridimensionamento. Le riforme nazionali e regionali hanno cancellato i presidi sanitari di prossimità, per lasciare spazio a un sistema basato sui grandi ospedali e sulle cliniche private. Un modello sanitario di matrice aziendale in cui vengono prima i bilanci, i costi e le spese, piuttosto che le specificità territoriali e le reali necessità di cura e prevenzione di tutti“.

Lo dichiara Giovanni Siragusa, portavoce dell’Ambulatorio Popolare Centro Storico.

Se riconosciamo il diritto alla salute come irrinunciabile per tutti, questo modello va profondamente rivisto. Bisogna riportare la sanità nei territori. Abbiamo bisogno di una sanità territoriale al servizio delle comunità, con presidi sanitari in ogni quartiere e medici specializzati nelle scuole. Invitiamo le istituzioni, le associazioni e chiunque voglia aderire a partecipare alla fiaccolata indetta per il 6 Novembre, alle 18.00, al teatro Massimo” – conclude Siragusa.

Gli organizzatori informano che la fiaccolata si svolgerà anche in altri comuni siciliani e nel pieno rispetto delle norme di prevenzione anti-Covid.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin