Nuove rivelazioni sul caso Montante: dalla trattativa ai servizi deviati | VIDEO :ilSicilia.it
Caltanissetta

Seconda inchiesta di Report

Nuove rivelazioni sul caso Montante: dalla trattativa ai servizi deviati | VIDEO

di
30 Aprile 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

In attesa della sentenza del Tribunale di Caltanissetta – prevista il prossimo 10 maggio – prosegue l’inchiesta su Antonello Montante, il “paladino dell’Antimafia”, ex leader di Confindustria, arrestato un anno fa nell’operazione Double Face“.

Nicola Morra, presidente della Commissione parlamentare Antimafia oggi accusa: “Il caso Montante lascia sgomenti per la capacità di infiltrazione nelle Istituzioni, ma ancora di più lascia sgomenti il silenzio che si vuole far calare su questo processo e le continue e devastanti rivelazioni che stanno venendo a galla. La nuova puntata di Report (VIDEO IN ALTO) condotta da Paolo Mondani (QUI la 1^ puntata, ndr) continua a produrre squarci di verità di commistioni tra apparati dello Stato, imprenditoria e personaggi in odore di mafia. A questo è doveroso aggiungere la relazione fatta da Claudio Fava con la commissione Antimafia della Regione Sicilia, eppure tutto tace”.

Morra prosegue: “Lasciano tanti dubbi il fallito attentato ad Antoci di cui sono state archiviate le indagini, il ruolo di Banca Nuova e di Zonin e soprattutto la rete costruita da Montante come anche la mancata costituzione di parte civile del ministero dell’Interno. La politica tutta dovrebbe avere un sussulto e far sentire la propria voce davanti al dipanarsi di una e propria vera loggia che agisce contro lo Stato. Farò quanto in mio potere per andare fino in fondo in relazione al codice Montante”. 

«Mentre Montante è ai domiciliari nella sua villa di Serradifalco in provincia di Caltanissetta, dentro Confindustria i suoi uomini sono ancora nei posti che contano», scrivono su Report.

Montante, pen drive distrutteLa nuova puntata in onda ieri sera su Rai3, (come pure il recentissimo libro-inchiesta del giornalista Attilio Bolzoni, “Il Padrino dell’Antimafia“) parla anche della Trattativa Stato-mafia.

Il dubbio sollevato è che Montante, con la sua rete di spie e servizi segreti deviati, abbia qualcosa a che fare con le registrazioni (ufficialmente distrutte) delle telefonate fra Giorgio Napolitano e Nicola Mancino.

Durante le fasi concitate dell’arresto, infatti, a casa di Montante furono ritrovate una serie di pen drive distrutte (vedi foto).

 

LEGGI ANCHE:

La “doppia faccia” del paladino antimafia: chiesti 10 anni e 6 mesi per Montante

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Blog

di Renzo Botindari

La strada ed il pallone

Quanti di voi sono cresciuti giocando per strada, hanno frequentato le scuole pubbliche, dovendo crescere a volta prima del previsto? Cosa oggi hanno imparato e cosa possono consigliare alle nuove generazioni?

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin