17 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 21.40

Suicidio o omicidio?

Nuovi dettagli nel giallo di Mario Biondo: Le Iene “inchiodano” la moglie | VIDEO

27 Marzo 2019

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Le Iene tornano a indagare sul giallo legato alla morte del cameraman palermitano Mario Biondo, trovato impiccato nella sua casa spagnola di Madrid. Il caso, archiviato frettolosamente dalla Spagna come suicidio, in realtà potrebbe essere un omicidio.

La versione della moglie, Raquel Sanchez Silva non convince più: i magistrati della Procura di Palermo la mettono spalle al muro e ora potrebbe essere indagata per omicidio in Italia.

La credibilità della bella conduttrice spagnola, infatti, vacilla soprattutto quando lei nega di conoscere un uomo che dovrebbe essere uno spacciatore, mentre i giudici italiani le mostrano le numerose chiamate e le chat che avrebbe fatto all’uomo dal suo cellulare.

Sono tante le incongruenze: dall’orario del ritrovamento del corpo di Mario, all’orario della morte effettiva. Per non parlare dei dubbi sul presunto uso di droghe da parte di Mario e l’incognita su quello spacciatore che Raquel nega di conoscere.

Dubbi che si aggiungono a quelli inerenti la possibile “messa in scena” del suicidio: la libreria perfettamente in ordine, la posizione del cadavere, il solco alla nuca, l’autopsia spagnola.

 

LEGGI ANCHE:

Caso Biondo a Le Iene: la vedova incalzata dai pm italiani e smentita da Twitter | VIDEO

Caso Biondo, la madre: “C’è una clamorosa scoperta, se confermata è la prova del delitto”

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.