Nuovo Dpcm, consumi natalizi e Tari a Palermo. Piampiano: "Governo e Regione si attivino" :ilSicilia.it
Palermo

L'INTERVISTA ALL'ASSESSORE

Nuovo Dpcm, consumi natalizi e Tari a Palermo. Piampiano: “Governo e Regione si attivino”

di
19 Novembre 2020

Si susseguono le voci sul prossimo DPCM, che dovrebbe disciplinare l’emergenza coronavirus a partire dal 3 dicembre. Fra le ipotesi in campo sul tavolo del CTS, c’è quella di tenere aperti oltre orari negozi ed attività commerciali, per limitare al minimo le perdite in termini di consumi.

Un patrimonio, in scala nazionale, che comporta un volano economico da oltre 25 miliardi di euro. Sull’argomento abbiamo sentito l’assessore alle Attività economiche del comune di Palermo Leopoldo Piampiano.

LE PAROLE DI LEOPOLDO PIAMPIANO

E’ chiaro che i provvedimenti nazionali passano al vaglio del comitato tecnico scientifico. La politica ha pochi margini in questo senso. Ben vengano però quei provvedimenti che abbiano come obiettivo un calo dei contagi, in quanto ciò va ad abbattere gli effetti della pandemia. In tal senso, se ci sono azioni che permettono a lavoratori e consumatori di potere uscire in sicurezza, come ad esempio a quelli della ristorazione che a Palermo sono una forza importante, non può che portare ad un ritorno positivo“.

Chiudere alle 18:00 ha penalizzato moltissimi commercianti, fra i quali quelli del comparto Ho.Re.Ca. E’ chiaro che noi auspichiamo che non si vada incontro a provvedimenti che possano danneggiare quelle categorie già colpite dalla pandemia“.

Sulla Tari Commerciale, l’assessore esprime il punto di vista dell’Amministrazione.”Noi ci siamo mossi dall’inizio della pandemia con attenzione e tempestività”, sottolinea Piampiano.

Nell’arco di quest’anno purtroppo, noi come Amministrazione non possiamo andare oltre il differimento dei termini, altrimenti rischiamo squilibri di bilancio pericolosi. In tal senso è la Regione, di concerto con il Governo nazionale, a dovere mettere in campo le risorse necessarie ad una esenzione completa“.

Al di là di ciò, il sindaco, avendo la delega al Bilancio, è intervenuto in tal senso prevedendo un ulteriore proroga dei termini al 31 dicembre. L’obiettivo finale deve essere non far pagare nulla a quei commercianti gravati dall’emergenza covid-19“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

La GiombOpinione

di Il Giomba

La “Maleducazione 2.0”

Se è vero che i tempi cambiano, anche le cattive abitudini educative diventano tecnologiche e "2.0": anche la maleudcazione, insomma, diventa "moderna"...

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin