Obbligo vaccinale, Musumeci: "Stato deve tutelare la propria comunità come suoi figli" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Obbligo vaccinale, Musumeci: “Stato deve tutelare la propria comunità come suoi figli”

di
24 Novembre 2021

La lotta al Covid è “una battaglia di diritti e doveri, di civiltà” e lo “Stato è il grande padre di famiglia che deve tutelare la propria comunità” come suoi figli e “sono convinto che in alcuni casi particolari abbia il diritto-dovere di sospendere momentaneamente alcune libertà individuali” se questo “dovesse servire a salvaguardare” la salute collettiva: lo ha affermato il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, partecipando ad Omnibus su La7, ribadendo la sua posizione in favore delle vaccinazioni e sulle ipotesi di nuove restrizioni per non vaccinati. Su questa linea, ha sottolineato Musumeci, tutti i governatori “sono d’accordo” anche per recuperare, “dopo molti mesi di campagna di convincimento“, non gli “irriducibili, ma quelle persone che sono dubbiose, recalcitranti perché può darsi che ulteriori restrizioni possano convincere i refrattari

Oggi siamo consapevolmente convinti che il vaccino rimane l’unico rimedio non per tirarci fuori, ma per consentirci di non andare a finire al cimitero. In Sicilia abbiamo 382 ricoverati per Covid, e l’80% non ha fatto il vaccino. I numeri parlano chiaro. Fino a quando non avremo fatti progressi e passi avanti dobbiamo convincerci che il vaccino è l’unica soluzione che ci consente di realizzare, con le dosi necessarie, il diritto a restare in queste terra“, continua Musumeci. “Siamo di fronte a una calamità sanitaria di dimensioni assolutamente catastrofiche – ha aggiunto il governatore – l‘ultima che io ricordi è quella che mio padre aveva vissuto da testimone nel 1918 quando, a sette anni, ha perso sua madre con la ‘Spagnola’. La scienza e noi governatori, soggetti attuatori nella lotta al Covid, stiamo imparando vivendola questa emergenza“.

Riguardo i controlli, il Presidente di Regione aggiunge, “sono l’anello debole della filiera. Controlli non soltanto di pertinenza di privati, come nei caso dei ristoranti che è il più lampante, ma anche quelli dovuti delle forze dell’ordine. E spesso la gente non si rende conto che la materia dei controlli su strade, luoghi di assembramento e piazze non è assolutamente di competenza di noi presidenti di Regione, ma dello Stato e quindi ai prefetti e alle forze dell’ordine“.

Conclude il governatore siciliano, “Noi firmiamo ordinanze anche restrittive ma se poi non viene fatta rispettare perdono credibilità la mia stessa ordinanza e l’istituzione. Nei controlli serve prudenza e professionalità. Se sottovalutiamo le misure di prevenzione non basterebbero 50 ordinanze a settimane, non otterremo il risultato voluto”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Merchandising: Fenomeno planetario, dove acquistare

Il mio primo acquisto di un articolo legato ad una serie tv o ad una saga cinematografica è avvenuto due decenni fa quando, trovandomi a Bologna a passare il capodanno da amici, andai a visitare un negozio del quale avevo sentito parlare tra gli appassionati di fantascienza.

Wanted

di Ludovico Gippetto

Nudité: una mostra fotografica che custodisce memorie altre

Si inaugura a Ragusa la mostra fotografica "Nudité - Il Giardino di Afrodite" a cura di Giuseppe Nuccio Iacono. La collettiva nasce dal lavoro del 1° Seminario della fotografia di Nudo nell’ottobre del 2019, in collaborazione con il Festival europeo del Nudo di Arles (Francia).

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.
Banner Telegram

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Aldo Rizzo: una risorsa sprecata

Nei giorni scorsi abbiamo appreso la triste notizia della scomparsa di Aldo Rizzo conosciuto e apprezzato prima come magistrato e poi come politico e amministratore pubblico.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin