Occupazione giovanile, in Sicilia lavora meno di una persona su due :ilSicilia.it

Mezzogiorno italiano Cenerentola d'Europa

Occupazione giovanile, in Sicilia lavora meno di una persona su due

30 Aprile 2019

In Sicilia è senza lavoro oltre un giovane su due: è il dato fotografato da Eurostat, che mette l’Isola insieme a Calabria e Campania agli ultimi posti tra le regioni d’Europa. In particolare, i rispettivi tassi di disoccupazione giovanile – il 53,6% per la Sicilia e la Campania e il 52,7 per la Calabria – collocano le prime due regioni al settimo e la terza al nono posto nella classifica delle ‘peggiori dieci’ tra le 280 dell’Ue.

Inoltre, in controtendenza rispetto alle medie dell’Italia e dell’intera Unione, dove la disoccupazione giovanile è scesa rispettivamente dal 34,7 al 32,2% e dal 16,8 al 15,2% negli ultimi due anni, in Sicilia è salita dal 52,9 al 53,6%. I dati Eurostat ribadiscono poi ancora una volta come all’interno dell’Europa, ma anche dell’Italia, ci sia una netta divisione tra Nord e Sud. Non serve infatti spingersi fino in Germania per trovare tassi di disoccupazioni giovanile decisamente inferiori alla media italiana.

E’ il caso dell’Emilia-Romagna (17,8%), della Lombardia (20,8%) o del Veneto (21%). Per non parlare delle Province autonome di Trento (15,3%) e Bolzano (9,2%). Il dato sui giovani rispecchia il quadro dipinto dalle statistiche sull’intera popolazione in età da lavoro (15-74 anni).

Contro una media Ue del 6,9%, in Europa ci sono trenta regioni che hanno percentuali di disoccupazione superiori al doppio. E cinque di queste sono concentrate nel Mezzogiorno d’ Italia: Calabria (21,6%), Sicilia (21,5%), Campania (20,4%), Puglia (16,1%,) e Sardegna (15,4%).

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

L’Indivia e l’Invidia?

Ricordate ognuno è ciò di cui si circonda, se ci si circonda del nulla e se si dà spazio al nulla è perché per primi non si crede nel nostro valore e tutto questo credetemi non potrà durare, si ci vorrà ancora del tempo, ma questo “giorno della marmotta finirà”.
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.