La notte del 394° Festino di Santa Rosalia, ecco il programma e i divieti al traffico | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Stasera a Palermo la drammaturgia e la discesa del Carro fino al mare

La notte del 394° Festino di Santa Rosalia, ecco il programma e i divieti al traffico

14 Luglio 2018

L’edizione numero 394 del Festino di Santa Rosalia vedrà oggi uno dei suoi momenti più importanti con la drammaturgia sul Cassaro di Palermo, firmata dalla direzione artistica di Lollo Franco e Letizia Battaglia.

Il tema che farà da filo conduttore è “Palermo Bambina”: da qui l’idea di una rappresentazione della “Santuzza” nel periodo in cui maturò l’abbandono dell’agiatezza per la consacrazione a Dio. La “voce narrante” della storia di Rosalia Sinibaldi è affidata a Leo Gullotta.

Il Carro di Santa Rosalia

Per la prima volta il Carro è stato allestito da un team di artiste professioniste, Rosalia La Grutta, Virna Garofalo e Nikita Schifaudo. Rappresenterà un roseto dai toni del rosso, rosa, viola e arancione, con uno chassis pannellato e dipinto di porpora con gigli dorati. I due alberi saranno composti ognuno da due vele, atti a ricordare un veliero. Saranno così ben visibili i fiori simbolo della Santa Rosalia, rosa e lilium, in un gioco di colori allegro e fiabesco dedicato alla fanciullezza che accompagnerà l’intercedere della “Santuzza” per le vie della città insieme alla Kids Orchestra Band del Teatro Massimo, composta da ragazzi compresi tra gli 8 e i 15 anni.

 

Il programma della serata del 14 luglio

Inizio ore 21 al Piano del PALAZZO REALE – “Rappresentazione della vita di Santa Rosalia”. Leo Gullotta, voce narrante, sarà accompagnato dalle percussioni e musiche inedite composte per lo spettacolo, il coro dei bambini, il canto, immagini e visual art, momenti di grande spettacolarità e impatto sul pubblico presentati dalla compagnia catalana “La Fura dels Baus”.

Piano della CATTEDRALE

Ancora la voce di Gullotta farà da prologo allo spettacolo dei “Kitonb Project”, compagnia di teatro estremo creata da Angelo Bonello ed Alberta Nunziante in collaborazione con Fabrizio Minasi. Un susseguirsi di effetti speciali che creeranno un’atmosfera dapprima inquietante per poi dare vita ad una esplosione di liberazione e gioia.

QUATTRO CANTI

Qui si svolgerà “Palermo liberata dalla peste”, la performance della Compagnia “La Fura dels Baus” vedrà un coinvolgente apparato scenografico animato da tanti figuranti palermitani che, tutti insieme, formeranno una rete umana. Seguirà l’immancabile omaggio floreale del sindaco che insieme ai cittadini festeggerà Santa Rosalia invocando il nome santo, una formula imprescindibile nella tradizione palermitana.

PORTA FELICE

Piazzetta Santo Spirito: qui piccoli danzatori saranno impegnati in una coinvolgente tarantella, con la performance di un angelo a cura di Kitonb Project.

FORO ITALICO

Ultima tappa del percorso del Carro: a notte fonda l’atteso omaggio”liberatorio” con una gioiosa e luccicante serie di giochi d’artificio.

 

Domenica 15 luglio

CATTEDRALE

7.30: Alborata
Dalle 8 alle 9.30: Sante Messe.

Ore 10.30: Sul sagrato della Cattedrale, e poi in giro per le vie del Centro storico, l’intrattenimento musicale a cura della Banda Musicale “A. Marinuzzi” – Città di Palermo dei Maestri Giovanni e Salvatore Bottino.

Ore 11: Solenne Messa Pontificale, con Benedizione Papale e annessa Indulgenza plenaria, presieduta da Monsignore Corrado Lorefice, Arcivescovo Metropolita di Palermo, con la partecipazione del Sindaco, delle Autorità civili e militari.

Ore 17: Concerto delle campane della Cattedrale; a seguire si reciterà il Santo Rosario e le Litanie di Santa Rosalia.

Ore 19: Solenne Processione cittadina dell’Urna contenente le sacre reliquie di Santa Rosalia (da corso Vittorio Emanuele, Quattro Canti, piazza Marina; messaggio dell’Arcivescovo alla Città. Ritorno della processione per corso Vittorio Emanuele, Quattro Canti, via Maqueda, discesa dei Giovenchi, piazza S. Onofrio, via Panneria, piazza Monte di Pietà con sosta dinanzi alla prima edicola votiva dedicata alla Santuzza, via Judica, via Gioiamia, via Matteo Bonello; rientro in Cattedrale).

Tutti i divieti al traffico

Sabato 14 luglio la circolazione in direzione mare Foro Umberto I° sarà interdetta dalle ore 17,00 alle 03,00 di domenica 15 luglio: da piazza XIII Vittime transito inibito nel sottovia in direzione di Foro Umberto I°; i veicoli provenienti da via Cavour svolteranno a sinistra per via Francesco Crispi; via Cala all’ altezza di via San Sebastiano riapertura temporanea del varco tra le due carreggiate, con rimozione dei dissuasori dalle ore 6 del 14 luglio alle ore 24 del 15 luglio con  varco sarà presidiato dal personale della Polizia Municipale; da via Messina Marine il transito veicolare sarà deviato per via S. Cappello; via Lincoln chiusa da corso dei Mille in direzione mare: i veicoli provenienti da via Archirafi svolteranno a sinistra per via Lincoln in direzione della stazione centrale; da piazza Giulio Cesare, chiusura al transito veicolare in direzione via Roma.

Per la particolare circostanza, soprattutto per i veicoli diretti agli imbarchi (mezzi pesanti compresi), in deroga ai divieti vigenti, sarà possibile percorrere il tragitto via S.re Cappello – c/so dei Mille – via Lincoln – via Roma – via Cavour – Porto ovvero altro percorso che sarà individuato e consigliato dal personale della Polizia Municipale.

I divieti di sosta con rimozione coatta nelle vie del percorso e adiacenti, scatteranno dalle ore 00,00 del 12 luglio alle ore 24 del 15 luglio e comunque sino a cessate esigenze.

Domenica 15 luglio dalle ore 19 alle ore 22.30 e comunque sino a cessate esigenze entrerá in vigore la chiusura del transito veicolare al passaggio della processione, lungo il seguente itinerario:
CATTEDRALE — VIA VITTORIO EMANUELE — PIAZZA MARINA (andata) VIA VITTORIO EMANUELE — VIA MAQUEDA — DISCESA DEI GIOVENCHI — PIAZZA S.ONOFRIO — VIA PANNERIA – PIAZZA MONTE DI PIETA’ — VIA JUDICA — VIA GIOIAMIA — VIA MATTEO BONELLO (ritorno ed arrivo).

Ha collaborato Rosa Guttilla.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!