Oggi Papa Francesco a Palermo, tutte le info utili per i fedeli e cosa è vietato portare | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Le disposizioni della Questura

Oggi Papa Francesco a Palermo, tutte le info utili per i fedeli e cosa è vietato portare

15 Settembre 2018

Oggi la visita di Papa Francesco a Palermo per il XXV anniversario del Beato Giuseppe Puglisi. Ecco divieti e disposizioni della Questura. La zona del Foro Italico, destinata alla Celebrazione Eucaristica, verrà suddivisa in tre grandi macro aree.

Area 1 – Ingresso via Lincoln Accesso consentito con Pass per: Presbiteri, Diaconi, Religiosi, Seminaristi, Membri del CIIS, Autorita’, persone con disabilita’, Giornalisti, Coro e Giovani partecipanti al Convegno Regionale. La predetta area e’ suddivisa in quattro gruppi: primo gruppo per i diversamente abili e per le Autorita’; secondo gruppo per gli ospiti della diocesi; terzo gruppo per gli operatori pastorali; quarto gruppo per i coristi. Tale area, il cui limite esterno e’ la stradella pavimentata che divide in due parti il Foro Italico, ricomprende due settori debitamente transennati e muniti di specifici varchi di accesso, dedicati ai giovani del sinodo.

Area 2 – Ingresso piazza Kalsa – Porta dei Greci Accesso, senza posti a sedere, consentito con Pass per: Parrocchie e Gruppi che hanno comunicato la presenza tramite prenotazione Pullman. L’area e’ suddivisa in sei settori debitamente transennati e muniti di specifici varchi di accesso, che ospiteranno i fedeli accreditati. Area 3 – Ingresso Porta Felice – via Alloro Accesso parzialmente libero e senza posti a sedere. L’area è suddivisa in tre settori, debitamente transennati e muniti di specifici varchi di accesso. Uno di tali settori sarà liberamente accessibile ai fedeli senza la necessita di alcun pass. Inoltre, circa 20.000 fedeli, privi di pass, assisteranno alla funzione distribuendosi nell’area compresa tra la salita Mura delle Cattive ed il Corso Vittorio Emanuele, occupando tanto il marciapiede prospiciente le Mura delle Cattive, quanto la corsia del Foro Italico in direzione Messina. L’accesso all’area, sara’ consentito entro le ore 10.00, fino alla capienza massima prevista, raggiunta la quale sara’ inibito l’ingresso.

L’accesso al Sagrato della Cattedrale, dove alle ore 15.30 il Sommo Pontefice incontrera’ il Clero, sara’ consentito attraverso appositi varchi assistiti da personale dotato di contapersone. Al fine di garantire un’adeguata assistenza sanitaria, in relazione alla presenza dell’elevato numero di persone che assisteranno alla celebrazione della Santa Messa ed alle altre iniziative previste, e’ stato pianificato dall’Assessorato Regionale alla Salute un apposito Piano al fine di fronteggiare eventuali emergenze sanitarie, attraverso il posizionamento di Posti Medici Avanzati, di squadre di soccorso e di ambulanze lungo le aree interessate dalla visita del Sommo Pontefice. La Questura, a tutela della comune incolumita’, invita, altresi’, tutti i partecipanti all’evento a rispettare, oltre alle comuni regole di convivenza civile, alcune norme generali di comportamento.

All’interno delle aree interessate dalla visita di Papa Francesco è vietato: introdurre valigie e trolley; introdurre bombolette spray (antizanzare, deodoranti, creme solari, etc…); introdurre trombette da stadio; introdurre o detenere armi, materiale esplosivo, artifizi pirotecnici, fumogeni, razzi di segnalazione, pietre, coltelli o altri oggetti da punta o taglio e catene; introdurre bevande alcooliche di qualsiasi gradazione, bottiglie di vetro o lattine di alluminio; introdurre bastoni per selfie e treppiedi; introdurre droni e aeroplani telecomandati; introdurre biciclette, skateboard, pattini, overboard e caschi di qualsiasi genere; introdurre tende e sacchi a pelo; introdurre oggetti atti ad offendere o che lo potrebbero diventare mediante un utilizzo improprio; esporre materiale che ostacoli la visibilita’ agli altri spettatori o che interferisca con la segnaletica di emergenza o che, comunque, sia di ostacolo alle vie di fuga verso le uscite; svolgere qualsiasi genere di attivita’ che non sia stata preventivamente e formalmente autorizzata; stazionare sui percorsi di accesso e di esodo e su ogni altra via di fuga; porre in essere atti aggressivi nei confronti del personale addetto al controllo.

La Questura rammenta, inoltre, che anche lo spazio aereo corrispondente ai luoghi interessati dal passaggio del Santo Padre verrà presidiato da elicotteri del Reparto Volo della Polizia di Stato. A tal proposito, vige l’assoluto divieto di sorvolo di tale area, anche per droni ed ogni tipo di altro mezzo aereo. Per ciò che concerne i droni, secondo quanto previsto dal vigente Codice della Navigazione, ogni infrazione sarà severamente punita con sanzioni amministrative e penali.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.