Ok al fondo salva imprese, Savarino: "I cantieri Cmc in Sicilia possono ripartire" :ilSicilia.it

LA VERTENZA VERSO LA SOLUZIONE

Ok al fondo salva imprese, Savarino: “I cantieri Cmc in Sicilia possono ripartire”

di
28 Giugno 2019

“Finalmente arriva il fondo salva imprese”. Giusi Savarino, Presidente IV commissione Ars, da tempo segue la vertenza Cmc con i lavori bloccati sulla SS121 Palermo-Agrigento e SS640 Agrigento-Caltanissetta. Ora dal Governo nazionale la possibile svolta.

“Finalmente, dopo anni di interminabili lavori in corso, dopo mesi di stop a causa della crisi economica della Cmc, con danni enormi per le nostre imprese siciliane creditrici per circa cento milioni, dopo innumerevoli riunioni, incontri, pressioni e continui rinviii, finalmente è stata accolta la nostra richiesta, sollecitata con forza dal Presidente Musumeci, di creare un fondo salva imprese”, ha detto Savarino.

cmc savarino“Con l’approvazione del dl crescita – ha proseguito – è stato istituito un fondo volto a garantire le nostre aziende siciliane creditrici della Cmc ed impegnate sui cantieri della Palermo-Agrigento e Agrigento-Caltanissetta, cantieri che adesso possono e devono riprendere. Il mio impegno in difesa del territorio e delle nostre aziende siciliane , però, non finisce qui: continuerò a seguire la vicenda personalmente finché queste due strade non saranno collaudate e rese fruibili, strade di fondamentale importanza non solo per la mia provincia, ma per tutta la Sicilia. Già nella prima metà di luglio avremo i vertici dell’Anas, della Cmc e delle imprese creditrici in Commissione, staremo loro con il fiato sul collo finché non finiranno i lavori”.

 

LEGGI ANCHE:

Crisi CMC: convocati vertici di Anas e sindaci all’Ars

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin