Oltre 600 palermitani partecipano al sondaggio di DiventeràBellissima: "Bocciati Ztl, tram e servizio rifiuti" :ilSicilia.it
Palermo

promossi pedonalizzazione e dehors

Oltre 600 palermitani partecipano al sondaggio di DiventeràBellissima: “Bocciati Ztl, tram e servizio rifiuti”

di
27 Novembre 2019

Bocciatura per Ztl, tram, servizi di raccolta rifiuti e trasporto pubblico. Sollecitati più parcheggi e un aumento dei controlli per garantire la sicurezza nelle ore notturne. Pareri in maggioranza positivi, invece, per le pedonalizzazioni e i dehors.

È il responso dell’iniziativa promossa dal Coordinamento cittadino di DiventeràBellissima (guidato da Eduardo De Filippis, Stefania Munafò e Giuseppe Amato) e dal movimento giovanile cittadino (coordinato da Jore Di Prima e Deborah Marino), che con un gazebo in via Magliocco ha raccolto tramite questionari in forma anonima i pareri di oltre 600 palermitani: 30% liberi professionisti, 30% dipendenti pubblici, 25% dipendenti privati e 15% disoccupati.

Dal coordinamento cittadino di DiventeràBellissima sottolineano: “Abbiamo dato voce ai palermitani, perché il nostro metodo è quello di scendere in piazza tra le gente, invece di lanciare critiche da dietro una scrivania. I risultati del sondaggio parlano da soli, manifestando l’insoddisfazione di molti sulla qualità dei servizi pubblici a Palermo. Consegneremo l’esito dei questionari all’Amministrazione comunale. L’auspicio è che ne tenga conto, perché su temi così importanti non si può continuare ad ignorare il parere dei cittadini”.

tram progetto definitivo conf stampaPiù in dettaglio, il 70% dei partecipanti al sondaggio sostiene che le limitazioni al traffico (Ztl, zone blu e precedentemente targhe alterne) hanno prodotto effetti positivi molto limitati, l’80% boccia la qualità del servizio di trasporto pubblico e oltre il 90% sostiene che il tram non abbia ridotto il traffico.

Chiesti a gran voce nuovi parcheggi, così come è auspicata pure la realizzazione della metropolitana.

Bocciato pure il servizio di pulizia nelle strade e solo il 31% dei partecipanti al questionario ha giudicato positivamente la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti.

Ben il 94% reputa pericolosa Palermo nelle ore notturne e in molti sollecitano più controlli dei vigili urbani e il coinvolgimento di vigilantes privati e volontari.

Secondo il 57% degli intervistati le limitazioni del traffico e la pedonalizzazione di alcune arterie favoriscono il commercio. Promossa dal 71% la presenza dei dehors fuori dai locali, mentre l’88% sostiene che il Comune non ha aiutato i commercianti che sono in crisi a causa dei cantieri infiniti.

Sonora bocciatura per lo Sportello unico, l’Ufficio anagrafe e il Sito internet del Comune (parere negativo per oltre l’85%). Inoltre il 91% degli intervistati ha dichiarato insufficiente il decentramento amministrativo nelle circoscrizioni. Infine, il 78% di chi ha partecipato al sondaggio promosso da DiventeràBellissima ritiene indispensabile attivare partenariati tra pubblico e privato per la gestione degli impianti sportivi a Palermo.

 

 

LEGGI ANCHE:

Tram a Palermo, sì o no? Scatta l’ipotesi referendum popolare

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.