"Oltre il muro", l'omaggio ai Pink Floyd di Gianluca Badon a Palermo :ilSicilia.it
Palermo

venerdì 5 ottobre

“Oltre il muro”, l’omaggio ai Pink Floyd di Gianluca Badon a Palermo

di
4 Ottobre 2018

Dall’esigenza umana di usare l’arte come strumento di resistenza alla creazione di ogni tipo di muro, barriera, pregiudizio e imposizione, nasce “Oltre il Muro“, spettacolo che venerdì 5 ottobre, alle 18 porterà un pianoforte in piazza di Resuttano (sede del circolo Arci Stato Brado), per l’esecuzione da parte del maestro Gianluca Badon, dei brani più significativi dell’album The Wall dei Pink Floyd, trascritti e rivisitati per la prima volta al pianoforte. L’evento, ad ingresso gratuito, è ideato da Maghweb con il supporto di Arci e Sabir.

maestro-gianluca-badon
Il maestro Gianluca Badon

Il vide-promo si può guardare all’indirizzo https://goo.gl/MijTgo. Alla musica sarà affiancata la recitazione di poesie e scritti di alcuni tra i più grandi autori del nostro tempo, selezionati per accompagnare lo spettatore in un viaggio attraverso i temi del disco. A prestare la voce alla costruzione scenica è l’attrice Arianna Scuteri.

In occasione dell’evento sarà presentato il programma del Sabir, il Festival delle culture mediterranee che approda quest’anno a Palermo, dall’11 al 14 ottobre ai Cantieri Culturali alla Zisa, con un manifesto che si sviluppa attorno alla tematica della “libertà di circolazione” di persone, idee, culture e diritti.

A quasi quarant’anni dall’uscita dell’album pietra miliare dei Pink Floyd, che conta oltre 32 milioni di copie vendute e 165 settimane di permanenza nelle classifiche mondiali, le tematiche di The Wall restano ancora drammaticamente attuali: esclusione, disumanizzazione, omologazione, frustrazione, apatia, demonizzazione del diverso, sono solo alcuni dei mattoni che contribuiscono tuttora a costruire muri tra gli uomini.oltre-il-muro-locandina

Muri tra gli stati, tra i popoli, tra poveri e ricchi, tra sé e ciò che è altro da sé. Muri talvolta invisibili, ma terribilmente reali. E tra tutti, le barriere che progressivamente si alzano per chiudere le porte del Mediterraneo rappresentano forse il muro che ci riguarda più da vicino.

The bleeding hearts and the artists. Make their stand, recitano i versi tratti da Outside the wall, brano che rappresenta una sorta epilogo morale dell’intero album. Anestetizzati al dolore e insensibili alle prevaricazioni, non ci accorgiamo che quel muro fatto di pregiudizi e paure oggi è ancora lì. Tocca a noi abbatterlo. L’arte, musica e la poesia, ci aiutano a superare i limiti, a contare di più sulle relazioni, ad essere più vicini, più umani.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin