Ombre sui lavori di piazzale Ungheria a Palermo, incontro con il prefetto De Miro :ilSicilia.it
Palermo

dubbi e perplessità sul cantiere

Ombre sui lavori di piazzale Ungheria a Palermo, incontro con il prefetto De Miro

di
30 Gennaio 2020

Il movimento + Europa (Fabrizio Ferrandelli, Cesare Mattaliano) e Oso (Giulia Argiroffi, Ugo Forello) del consiglio comunale di Palermo incontra il prefetto Antonella De Miro.

Al centro del tavolo l’argomento “cantiere di Piazza Ungheria”. L’incontro è iniziato alle ore 12. Al momento è stato sospeso il provvedimento comunale per i lavori di largo Pasqualino. Le perplessità anticipate da ilSicilia.it avrebbero avuto un riscontro nel documento firmato dal Capo Area Tecnica della Riqualificazione Urbana delle Infrastrutture Nicola Di Bartolomeo.

Circa due settimane fa i consiglieri comunali Fabrizio Ferrandelli e Giulia Argiroffi hanno effettuato i sopralluoghi nel cantiere edile che stava svolgendo gli scavi per destinare gli immobili a box auto sotto il grattacielo Ina di piazzale Ungheria 73.

La rampa carrabile per l’ingresso ai garage doveva essere creata proprio da largo Pasqualino. Questa dovrebbe collegare i locali sotterranei dello stabile per l’accesso alle auto. I consiglieri comunali pare che vogliano informare il prefetto della situazione attuale e in merito alle ombre che aleggiano intorno ai personaggi e alla vicenda. Sembra che numerose sono le pressioni che stanno avendo gli uffici del Comune per sbloccare questi lavori.

Con la presente, lo scrivente consigliere comunale, per motivi istituzionali, urgenti e delicati, che avrò cura di relazionare in privata sede, chiede alla S.V., una sospensione dei lavori d’aula, dalle ore 12,00 alle ore 13,00 per potere consentire al mio Gruppo Consiliare, al Gruppo Consiliare dei Coraggiosi e al gruppo Consiliare OSO di fare un incontro istituzionale“. Afferma Fabrizio Ferrandelli.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.