Omicidio a Calascibetta: torna in carcere il fratello della vittima :ilSicilia.it
Enna

il fatto

Omicidio a Calascibetta: torna in carcere il fratello della vittima

di
18 Marzo 2022

Era stato arrestato per fratricidio e poi scarcerato dal Tribunale del riesame di Caltanissetta. Carmelo Bruno, l’agricoltore di Calascibetta indagato per l’omicidio del fratello Marco, anche lui agricoltore il cui corpo senza vita era stato ritrovato il 28 giugno 2021 nelle campagne di proprietà della vittima a Calascibetta, è tornato in carcere.

La Procura di Enna aveva impugnato la decisione del Tribunale del Riesame e la Corte di Cassazione, a dicembre 2021, aveva annullato con rinvio. Adesso il Tribunale, in altra composizione, ha confermato l’ordinanza di custodia cautelare che era stata emessa dal Gip di Enna. Bruno si è sempre dichiarato innocente ed ha sempre sostenuto che la mattina del delitto si trovava in campagna con il congiunto, di essersi allontanato dalla tenuta e di avere trovato il fratello morto dopo essere rientrato.

Un racconto che per l’accusa non collima con il primo esame del cadavere, sul quale sarebbero state riscontrate ferite alla testa non compatibili con la ricostruzione di Carmelo Bruno.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro