16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 11.58
Trapani

In manette un cittadino tunisino

Omicidio a Pantelleria al culmine di una lite, vittima un uomo di 47 anni

10 Gennaio 2018

Omicidio a Pantelleria, dove una lite per futili motivi è finita nel sangue. La vittima è un isolano, Maurizio Fontana, di 47 anni. In manette, in stato di fermo, è finito un cittadino tunisino, Mohamed Ben Mariem, di 35 anni, da diverso tempo residente sull’isola.

L’omicidio, secondo una ricostruzione dei carabinieri intervenuti sul posto, sarebbe avvenuto al culmine di una lite scoppiata tra i due nella serata di ieri nella centralissima piazza Cavour. Lo straniero avrebbe utilizzato uno strumento tagliente, verosimilmente un coltello o un coccio di bottiglia, con cui ha trafitto al petto Maurizio Fontana.

La vittima, soccorsa dai sanitari del 118, è stata trasportata in ospedale dove è deceduta per le ferite riportate. Le indagini, condotte dai carabinieri con l’ausilio della guardia di finanza, hanno permesso di individuare subito l’uomo di origine tunisina che è stato rintracciato in una via adiacente al luogo del delitto. Determinanti sono state le dichiarazioni di alcune persone che hanno assistito alla lite, nonché il rinvenimento sul giubbotto e sullo zainetto dell’indagato di diverse tracce verosimilmente ematiche riconducibili alla vittima. Inoltre, in seguito ad una perquisizione personale, l’uomo di nazionalità tunisina è stato trovato in possesso di un coltello con una lama di circa 5 centimetri, su cui saranno svolti ulteriori accertamenti tecnici.

Il fermato, condotto presso la stazione carabinieri di Pantelleria, con il primo volo utile sarà trasportato e condotto presso il carcere di Trapani, in attesa dell’udienza di convalida del provvedimento restrittivo a suo carico.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.