Omicidio, droga e rapina: espulsi due migranti detenuti ad Augusta :ilSicilia.it
Siracusa

il fatto

Omicidio, droga e rapina: espulsi due migranti detenuti ad Augusta

di
14 Agosto 2020

La polizia ha eseguito due provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale, emessi dai Tribunali di Siracusa e di Catania, nei confronti di due albanesi detenuti nella casa di reclusione di Augusta con fine pena previsto, rispettivamente, il 22 febbraio e il 2 novembre del 2021.

I due si trovavano in carcere perché responsabili di omicidio doloso, tentato omicidio, produzione e traffico di stupefacenti, ricettazione, furto aggravato, rapina, porto di armi od oggetti atti ad offendere, danneggiamento ed evasione.

Gli agenti li hanno prelevati dall’Istituto di pena e accompagnati alla frontiera di Bari, dove sono stati imbarcati su una nave diretta in Albania per essere rimpatriati nel paese di origine.

Espulso dal territorio nazionale, su ordine del questore di Siracusa, anche un cittadino di origine ucraina, scarcerato dalla casa circondariale di Siracusa. Lo stesso, sbarcato clandestinamente ad Augusta, ha precedenti per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“È arrivato Zampanò!”

Non posso non constatare che da qualche anno si è dichiarato guerra alla strada. Io sono cresciuto per strada, ho giocato sui marciapiedi, e a pallone per strada perché di certo non sapevo che cosa fosse un campo in erba...
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.