16 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.48
Catania

Il femminicidio è avvenuto a Giarre

Omicidio nel Catanese, donna uccisa a colpi di pistola dall’ex marito

28 Dicembre 2018

Una 58enne, Sara Parisi, è stata uccisa con colpi di pistola a Giarre.

L’omicidio è avvenuto in strada, vicino all’abitazione della donna, che faceva per lavoro la badante. A sparare sarebbe stato l’ex marito, Francesco Privitera, pure lui 58 anni, muratore, dal quale era separato da anni. Questa mattina l’ha aspettata vicino casa e quando Rosaria Parisi è uscita per andare a lavoro ha cominciato a inveire contro di lei, che ha tentato di allontanarsi. Ma lui l’ha inseguita e le ha esploso contro diversi colpi di pistola uccidendola. Sono subito intervenuti dei familiari della donna e non è chiaro se al quel punto l’uomo si è suicidato o se sia rimasto ferito durante una colluttazione nel tentativo di disarmarlo. LA coppia aveva due figli, un maschio e una femmina, ma la donna aveva un altro figlio da un precedente matrimonio

L’uomo è stato soccorso da personale del 118 e trasferito in elicottero in gravi condizioni nell’ospedale Cannizzaro di Catania. Privitera, in codice rosso, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico ed è piantonato dai carabinieri. I medici temono per la sua vita. La coppia era separata da anni, fatto non accettato dall’uomo, e aveva due figli: una viveva con la madre a Giarre e l’altro a Londra.

La ricostruzione dell’accaduto è dei carabinieri, che indagano. Sarebbe stata la gelosia il movente che stamattina ha armato la mano di Francesco Privitera. L’uomo aveva scoperto su Facebook che la vittima, con la quale si era separato da circa sei anni, aveva una nuova relazione con un altro uomo.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.