Omicidio Sortino, torna in carcere il giovane che uccise il panettiere di Floridia :ilSicilia.it
Siracusa

ucciso nel 2016

Omicidio Sortino, torna in carcere il giovane che uccise il panettiere di Floridia

di
25 Gennaio 2021

Sono passati poco più di quattro anni da quel settembre del 2016, quando durante la notte 3 giovani a bordo di uno scooter affiancarono l’auto sulla quale viaggiava Sebastiano Sortino, conosciuto panettiere di Floridia, ed esplosero diversi colpi di pistola uccidendolo.

Le indagini condotte dai Carabinieri della locale Tenenza e del comando provinciale dei Carabinieri di Siracusa permisero di identificare in poche ore i responsabili dell’omicidio in tre giovani locali e di rinvenire la pistola Beretta calibro 7,65 con cui era stato commesso il delitto.

Ora che ha avuto un esito processuale, la vicenda può essere definitivamente e compiutamente ricostruita, ed è impressionante constatare come un uomo possa morire per una storia di una tale banalità. L’omicidio scaturì infatti per la vendetta che i tre giovani vollero operare dopo una sciocca lite avvenuta con la vittima, che li aveva cacciati dal suo locale per il loro comportamento chiassoso ed inurbano. I tre giovani stavano infatti giocando e facendo baccano nella panetteria lanciandosi a vicenda pezzi del pellet utilizzato per l’accensione del forno.

Per questa ragione l’agguato, in via Boschetto. Poche ore dopo infatti, i tre giovani, raggiunsero su uno scooter il Sortino, che stava conducendo la sua auto, e gli spararono, cagionandone la morte. I tre subito dopo fuggirono e furono anche ripresi da una telecamera di videosorveglianza mentre, esaltati per il loro gesto, esultavano per la vendetta appena portata a termine.

I Carabinieri avviarono subito le indagini e riuscirono in breve a ricostruire interamente la vicenda.

Il delitto destò molto scalpore in provincia ed ebbe eco anche a livello nazionale, e diverse furono le manifestazioni in memoria dello sfortunato panettiere.

I due soggetti all’epoca dei fatti minorenni furono condannati dal Tribunale dei minori di Catania rispettivamente a 15 anni e 6 mesi e a 16 anni e 6 mesi. Foti Dylan invece, classe ’97, fu in primo grado condannato a 16 anni ed otto mesi ed attendeva ora, dopo la temporanea scarcerazione, la decisione definitiva della Corte D’Appello di Catania.

Giunta ora la conferma della condanna, i Carabinieri hanno avuto l’ordine di rintracciare il Foti ed associarlo alla casa circondariale di Augusta: l’operazione è stata portata a termine, ma condotta con non poche difficoltà, poiché che al momento della cattura, esattamente come fu 4 anni fa, amici e parenti del condannato si sono riuniti fuori dalla caserma della Tenenza di Floridia per protestare contro l’operato dei militari.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Vaccini, basta chiacchiere!

La consueta girandola dei colori delle regioni italiane colpisce ancora. Sembra di guardare dentro un caleidoscopio nel quale le forme ed i colori cambiano ad ogni movimento dell’oggetto

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin