Ong Open Arms a Lampedusa, Salvini indagato dai pm di Agrigento, lui: "Una medaglia" :ilSicilia.it
Agrigento

DUE LE IPOTESI DI REATO CONTESTATE

Ong Open Arms a Lampedusa, Salvini indagato dai pm di Agrigento, lui: “Una medaglia”

19 Novembre 2019

Matteo Salvini è stato iscritto nel registro degli indagati dai magistrati della Procura di Agrigento.

Le ipotesi di reato sono di sequestro di persona e omissione d’atti d’ufficio.

AL CENTRO IL CASO OPEN ARMS

La vicenda risale allo scorso agosto e riguarda il caso dei 164 migranti rimasti per 19 giorni a bordo della nave Open Arms, davanti alle coste di Lampedusa.

L’indagine rappresenta un doppione del caso Diciotti. Ad indagare il premier della Lega infatti vi è di nuovo Luigi Patronaggio, ovvero colui che aprì l’inchiesta dello scorso agosto, quando Salvini era ancora ministro dell’Interno.

Il fascicolo è ora sul tavolo del procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, che farà le sue valutazioni. Entro quindici giorni il fascicolo verrà inviato al Tribunale dei ministri.

IL COMMENTO DI MATTEO SALVINI

Il leader della Lega, Matteo Salvini, affida la sua risposta ad un post sulla sua pagina ufficiale: “Altra indagine, altro processo per aver difeso i confini, la sicurezza, l’onore dell’Italia? Per me e’ una medaglia! Rifarei e rifarò tutto. Porti chiusi“.

P.s. Ma in Procura ad Agrigento non hanno problemi piu’ gravi di cui occuparsi?“, chiosa duramente l’ex ministro dell’Interno.

IL LEADER LEGHISTA RINCARA LA DOSE A RIMINI

Intervenuto ai microfoni durante il 19° congresso del Sap a Rimini, Salvini rincara la dose: “Mi domando se in Procura ad Agrigento non abbiano cose più serie di cui occuparsi. Usano denaro pubblico, prima o poi mi verrà voglia di chiedere conto di come lo usano. È la seconda, la terza, la quarta, la quinta inchiesta. Ho fatto quello che gli italiani mi chiedevano di fare, ho difeso i confini, inizio a essere stufo“.

Magari chiederemo conto a qualcuno di come utilizzano il tempo e il denaro che i cittadini italiani investono in giustizia – ha concluso il leader del Carroccio – perché temo che ad Agrigento e in Sicilia ci siano temi ben più gravi che rompere le scatole a Matteo Salvini“.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.