Si terrà stamani nell'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo l'udienza preliminare, presieduta al gup Lorenzo Iannelli, nei confronti dell'ex ministro dell'Interno Matteo Salvini, accusato di sequestro persona e rifiuto di atti d'ufficio nell'ambito della vicenda della ong spagnola Open Arm :ilSicilia.it
Palermo

Lo difende Giulia Bongiorno

Open Arms, a Palermo l’udienza preliminare per decidere se mandare a processo Matteo Salvini

di
9 Gennaio 2021

Si terrà stamani nell’aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo l’udienza preliminare, presieduta al gup Lorenzo Iannelli, nei confronti dell’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini, accusato di sequestro persona e rifiuto di atti d’ufficio nell’ambito della vicenda della ong spagnola Open Arms. Il giudice dovrà stabilire se disporre il processo a carico del leader della Lega, che sarà a quel punto giudicato dall’autorità giudiziaria ordinaria, o il suo proscioglimento. Il segretario del Carroccio, già da ieri nel capoluogo siciliano, sarà presente all’udienza che si terrà a porte chiuse. Ad accompagnarlo sarà il suo legale di fiducia, Giulia Buongiorno. L’accusa è rappresentata dal procuratore aggiunto Marzia Sabella e dal sostituto Calogero Ferrara.

I fatti contestati risalgono all’agosto 2019, quando l’imbarcazione dell’Ong spagnola Open Arms rimase bloccata in mare per 19 giorni. Il 20 agosto poi, dopo il sequestro del natante da parte della procura di Agrigento, venne ordinato lo sbarco di un centinaio di migranti che si trovavano in “condizioni estreme”. Da qui le accuse di sequestro e rifiuti di atti d’ufficio formulate dal tribunale dei Ministri di Palermo e ribadite dalla procura, che ne ha chiesto il rinvio a giudizio. La Open Arms si costituirà parte civile insieme a 5 dei migranti trattenuti per 20 giorni sulla nave, Legambiente, l’associazione Accoglie Rete difesa dall’avvocato Corrado Giuliano, l’Ong Save Human e l’Arci.

Si tratta del secondo processo per sequestro di persona che vede sul banco degli accusati Matteo Salvini dopo quello in corso a Catania, ancora in fase preliminare, legato al caso della nave Gregoretti e dei 131 migranti bloccati al largo di Augusta, che furono poi fatti scendere il 31 luglio 2019

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin