Open Arms, Gelarda: "Orlando parte civile in processo contro Salvini e non contro Cupola 2.0" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Open Arms, Gelarda: “Orlando parte civile in processo contro Salvini e non contro Cupola 2.0”

di
11 Gennaio 2021

“Il Sindaco Orlando ha solennemente dichiarato, sulla sua pagina facebook, di avere dato mandato affinchè il Comune si costituisca Parte Civile nel processo per sequestro di persona, che si svolge a Palermo, contro Matteo Salvini. A dichiararlo è il capogruppo della Lega a Palazzo delle Aquile Igor Gelarda.

“Se la costituzione di parte civile è uno strumento, legittimo, da parte di Orlando per <ribadire che Palermo è città dei diritti e del Diritto>, così come si legge sulla sua pagina facebook, come mai il comune non si è mai costituito in quello che è stato il più importante processo contro la mafia degli ultimi anni? Infatti, per il processo cupola 2.0, grazie al quale gli inquirenti hanno evitato che si ricostituisse la commissione provinciale di cosa nostra a Palermo, il comune non risulta tra le parti civili, non ha mai fatto richiesta di essere tra gli enti danneggiati – prosegue -. Diversamente da come hanno fatto Villabate, Misilmeri e Ficarazzi. Eppure si è trattato di un processo importantissimo, il cui primo grado dello stralcio abbreviato si è chiuso agli inizi dello scorso dicembre, con 46 condanne, 435 anni complessivi di carcere e 155 mila euro di provvisionali alle parti civili”.

“Le ragioni della mancata costituzione del comune di Palermo tra gli Enti danneggiati non è mai stato chiarito. Ma certamente non può che lasciare perplessi il fatto che per un grave processo di mafia il comune non abbia sentito la necessità di ribadire che Palermo è città dei diritti, per un processo controverso, come quello contro Salvini, che era allora ministro della Repubblica, invece il Sindaco Orlando si è subito attivato. Crediamo che Orlando debba delle spiegazioni e forse anche delle scuse alla città di Palermo“, conclude Igor Gelarda.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Saghe familiari: Ray Donovan, Peaky Blinders

Ci sono serie o miniserie tv diverse dalle altre perché piuttosto che raccontare le vicende di singoli personaggi hanno come protagonisti degli interi gruppi familiari. In questi casi le  dinamiche narrative sono diverse, più complesse ed articolate e si sviluppano  in  storie totalmente
Banner Telegram

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin