Open weekend AstraZeneca, vola a Palermo per vaccinarsi: la scelta di un imprenditore :ilSicilia.it
Palermo

"nel Lazio non sapevo quanto ci voleva"

Open weekend AstraZeneca, vola a Palermo per vaccinarsi: la scelta di un imprenditore

di
18 Aprile 2021

Ha preso un volo per venire a Palermo e vaccinarsi nel più breve tempo possibile. È la scelta di Giuseppe Rocchia, imprenditore, 66 anni da compiere a maggio. È residente a Baschi, in provincia di Terni, e domiciliato a Roma, ma ha voluto cogliere in Sicilia l’opportunità dell’open weekend del siero anti-Covid di AstraZeneca per immunizzarsi subito.

Stamattina alle 10,30 è venuto a vaccinarsi senza prenotazione alla Fiera del Mediterraneo: atterraggio all’aeroporto Falcone e Borsellino, tampone rapido in dieci minuti alla struttura Covid-test area dello scalo aeroportuale e destinazione vaccino.

“Mi è sembrata un’ottima occasione l’iniziativa lanciata dall’assessorato alla Salute della Regione Siciliana – spiega Rocchia -. L’open weekend AstraZeneca mi ha permesso di vaccinarmi in tempi rapidi e definiti, in questa regione bellissima e ospitale. Quando ho visto che c’era questa possibilità, ho preso un volo e mi sono precipitato. Il vaccino non è solo una questione personale ma un atto di responsabilità e rispetto verso gli altri”.

L’open weekend era aperto anche a persone non residenti in Sicilia e Rocchia ha voluto approfittarne. Vaccino rapido e indolore; dall’imprenditore, un invito a non avere paura:L’organizzazione è perfetta, prima dell’iniezione i medici rassicurano e spiegano, sono molto professionali – afferma l’imprenditore -. Questo progetto e questa capacità organizzativa sono senz’altro un’eccellenza della sanità italiana”.

Il richiamo sarà a luglio: per quel periodo, Rocchia spera di trovare una Palermo non più zona rossa ma godibile e visitabile senza restrizioni.

L’open weekend andrà avanti fino a stasera alle 22. Alla Fiera del Mediterraneo sono state già più di seicento le somministrazioni di Vaxzevria, nuovo nome del vaccino prodotto dalla multinazionale AstraZeneca, eseguite nella sola mattinata. Per la terza giornata consecutiva viene oltrepassato in poco tempo il numero di vaccinazioni che, nei giorni scorsi, si riusciva a fare solo in 16 ore. Nelle ultime settimane, in media, tra le 8 e le 24, erano non più di 400-500 le somministrazioni di AstraZeneca; venerdì 16 si è andati oltre le 1.100, sabato 17 oltre le 900 e il bilancio dell’ultima giornata si prospetta già buono dalle prime ore del mattino.

“Saremo qui tutto il giorno, come sempre, ad aspettare i siciliani, e non solo, che vogliano vaccinarsi – afferma Renato Costa, commissario all’emergenza sanitaria nella Città metropolitana di Palermo -. La stanchezza inizia a farsi sentire ma le soddisfazioni compensano la fatica. Siamo riusciti a mettere a sistema una macchina complessa che non è solo l’hub vaccinale ma anche il drive-in della Fiera, dei porti, degli aeroporti, dei Comuni, delle scuole, nonché il centro direzionale e le nostre instancabili Usca. Tutto questo non sfugge ai cittadini che apprezzano il nostro lavoro e questo per noi è il riconoscimento più importante. Speriamo che questi nostri sforzi abbiano un corrispettivo anche in termini di aumento delle forniture vaccinali”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco