Opere incompiute in Sicilia: l'assessorato alle Infrastrutture a lavoro con i Comuni :ilSicilia.it

Marco Falcone: "Allo studio soluzioni concrete assieme ai sindaci"

Opere incompiute in Sicilia: l’assessorato alle Infrastrutture a lavoro con i Comuni

di
28 Settembre 2018

Procede a ritmi serrati l’attività della task force sulle opere Incompiute voluta dal presidente della Regione Nello Musumeci. Nei giorni scorsi il pool di tecnici, individuato dall’assessorato regionale alle Infrastrutture per “L’implementazione delle azioni volte a fronteggiare, accelerare e risolvere le criticità delle opere incompiute del territorio regionale”, ha tenuto delle audizioni a Palermo, Catania e Cammarata, nell’Agrigentino.

task-force-incompiute-a-cammarata
Task force incompiute a Cammarata

La task force itinerante ha così potuto fra il punto con i Comuni di Aragona, Cammarata, Belpasso, Castiglione di Sicilia, Licodia Eubea, Partanna, San Michele di Ganzaria, Viagrande e con i tre Iacp di Palermo, Catania e Acireale. La prossima settimana si terranno gli incontri (a Letojanni) con i Comuni di Letojanni, Pagliara, Santa Teresa di Riva e Mongiuffi Melia nel Messinese e (a Palermo) con i Comuni di Alimena, Bonpietro, Castelbuono, Marineo.

Il quadro che sta emergendo vede opere bloccate o rimaste incomplete per problemi burocratici non difficilmente superabili, accanto a opere con difficoltà maggiori e, infine, un cospicuo numero di Incompiute che, in realtà, non possono considerarsi tali. È il caso di Cammarata, piccolo Comune al centro dell’attenzione mediatica nelle scorse settimane. La ricognizione della task force, incontrando l’amministrazione del sindaco Vincenzo Giambrone, ha chiarito che sono soltanto due, e non nove, le opere nell’elenco comunale che possono considerarsi Incompiute, cioè opere non completate o non regolarizzate. Si tratta, spiegano i tecnici dell’assessorato, della strada ponte Platani Borgo Regalmici e del completamento delle strutture di parco Salici.

Sto apprezzando il lavoro svolto dai tecnici, riteniamo che entro novembre avremo chiara la situazione – ha commentato l’assessore Marco Falcone – nello spirito di un’iniziativa che è appunto stare al fianco dei sindaci e dei territori, far sentire appieno il supporto della Regione nella ricerca di soluzioni concrete al problema Incompiute”.

Entro due mesi consegneremo un dossier completo e concreto all’assessore Falcone e al presidente Nello Musumeci – ha aggiunto il direttore del Dipartimento tecnico Salvatore Lizzio – Lo screening infatti ci consente di poter dire che molte di queste opere sono, in realtà, in via di risoluzione. Poi ci sono casi di Incompiute ben più annosi, ma ci stiamo impegnando affinché almeno entro l’anno prossimo si possano avere le basi per sbloccarle”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.