Ordinanza Musumeci, Razza a Cancelleri: "Condivisa con Roma" :ilSicilia.it

Le parole dell'assessore

Ordinanza Musumeci, Razza a Cancelleri: “Condivisa con Roma”

di
24 Ottobre 2020

“Qualcuno spieghi a Cancelleri che le misure siciliane sono state condivise con il governo centrale. E che, al contrario, è un fatto grave e diseducativo che un componente dell’esecutivo nazionale stia decidendo di chiudere non solo i licei, ma tutte le scuole al 75%, imponendo anche lo stop alle 18 alle attività produttive. Questo testimonia tutta la sua inadeguatezza a un ruolo che, in questi momenti, impone uno stile istituzionale che non gli è mai appartenuto e non gli apparterrà mai”.

Lo dichiara l’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, commentando le dichiarazioni del viceministro Giancarlo Cancelleri.

Cancelleri e MusumeciLE DICHIARAZIONI DI CANCELLERI

“Ecco un altro Governatore che al posto di prevedere, pianificare e organizzare, quindi lavorare, sceglie la via più semplice: chiudere le scuole”. Lo afferma in una nota il vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Giancarlo Cancelleri, alla luce della nuova ordinanza del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, tra cui la chiusura delle scuole superiori siciliane.

“Musumeci chiude le scuole? È il suo fallimento. I numeri parlano chiaro, non è la scuola il problema per il diffondersi dei Covid, a fronte di un indice del contagio nazionale dell’11,05%, il ministero della Salute rassicura che nelle scuole quel dato è solo del 3%, quindi, lo ripeto, non sono le scuole il problema. La ministra Azzolina e il Governo hanno fatto un ottimo lavoro di preparazione a questo momento e i numeri lo sottolineano. I protocolli messi in atto stanno funzionando e chiudere le scuole adesso vuol dire dare un problema in più alle famiglie”, afferma Cancelleri, evidenziando che “non sono nemmeno i trasporti il problema dei contagi”.

Cancelleri dice anche che “Musumeci è tra quei presidenti di regione che non hanno ancora risposto all’interpello del Ministero delle Infrastrutture riguardo alle spese effettuate per il tpl proprio per l’utilizzo” dei fondi.

“Troppo facile chiudere le scuole e fare scarica barile a Roma. Presidente Musumeci, governare una regione vuol dire lavorare e prendere decisioni di buon senso, con competenza e soprattutto organizzando e spendendo bene i soldi che il Governo di Roma eroga alla Sicilia per far fronte ai disagi della pandemia per poter scongiurare un nuovo lockdown”, conclude.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin