Orgia in un bar con 25 uomini: scandalo a Bruxelles, c'è pure un eurodeputato :ilSicilia.it

in pieno lockdown

Orgia in un bar con 25 uomini: scandalo a Bruxelles, c’è pure un eurodeputato

di
1 Dicembre 2020

Mentre Bruxelles è in pieno lockdown, la polizia ha scovato in un bar ben 25 uomini che stavano consumando una vera e propria orgia, con tanto di stupefacenti a disposizione dei partecipanti. E tra questi vi sarebbero alcuni diplomatici e perfino un eurodeputato.

Secondo quanto riportano alcune testate nazionali l’eurodeputato avrebbe anche tentato la fuga durante il blitz della polizia, ma poi avrebbe invocato l’immunità parlamentare. 

Lo scandalo (il nome ancora non sarebbe saltato fuori) rischia dunque di travolgere il Parlamento Europeo e il gruppo politico di appartenenza dell’eurodeputato.

I partecipanti al “festa” a base di sesso e droga sono stati multati per aver violato le norme anti-Covid.

 

AGGIORNAMENTO ORE 16:25

Sarebbe l’ungherese József Szájer l’eurodeputato coinvolto nell’orgia a Bruxelles. Conservatore e fedelissimo di Orban, dopo le voci che iniziavano a rimbalzare nei media ungheresi, avrebbe ammesso la partecipazione alla “festa a luci rosse tra soli uomini”, negando però l’uso di droghe.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Anno nuovo, tante novità in arrivo

Con l'arrivo del 2022, le varie piattaforme streaming hanno annunciato molte novità  che riguardano sia nuove stagioni di serie già andate in onda, sia diverse interessanti nuove serie.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Una politica con troppi Capi e pochi Leader

Sono giorni frenetici per la politica nazionale e siciliana. Iniziano assemblee, vertici e riunioni dei partiti per discutere le migliori strategie, per non perdere posizioni e leadership nelle varie coalizioni. Ma tutto ciò serve veramente a qualcosa?

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin