22 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.14
Palermo

Lo spettacolo di oggi comincerà alle 17,30, il costo del biglietto è di 10 euro (ridotto 5 euro).

Pupi siciliani, oggi la Nascita di Orlandino del puparo Mancuso

20 Dicembre 2016

Fino al 30 dicembre si susseguiranno una serie di spettacoli a tema natalizio di Pupi Siciliani presso il teatro stabile Carlo Magno, in  via Collegio di Santa Maria n. 17 (zona Porto di Palermo – alle spalle della Camera di Commercio) . Durante la giornata di oggi sarà la volta della “Nascita di Orlandino“, tratto da antichi canovacci e con libero adattamento scenico del puparo Enzo Mancuso, sua anche la regia.

La storia

Questa rappresentazione adatto ad un pubblico eterogeneo di grandi e piccoli racconta le disavventure avute da Berta e Milone (genitori di Orlandino) dopo che sono stati banditi dall’Imperatore Carlo Magno e costretti di conseguenza a fuggire da Parigi. Berta e Milone, durante la fuga nel bosco incontrano e liberano dalle mani di due ladroni la principessa Galisena che raccontando la sua triste storia si accorgono come per molti versi rispecchia la loro e decidono insieme di seguire lo stesso cammino.

Nel frattempo Carlo Magno mentre è in preda alla disperazione per l’affronto subito, nella sua stanza gli appare in visione un angelo, è decide di far solo bandire e non fare uccidere i due amanti poiché ha saputo dal messaggero di Dio che sua sorella è in gravidanza e che il bambino che porta in grembo diventerà la bandiera della cristianità; allora riunito il consiglio manda un messo al papa per informare che sua sorella e Milone sono solo banditi dalle terre di Francia e grazie all’intervento tempestivo del papa, Milone viene salvato da una sicura morte dalle mani di Ginamo e Gano. Dopo varie peripezie Berta informa Galisena della sua gravidanza e finalmente nasce Orlandino.

Lo spettacolo di oggi comincerà alle 17,30, il costo del biglietto è di 10 euro (ridotto 5 euro). Per info e prenotazioni tel. 0918146971 – cell. 3475792257 Email: teatrocarlomagno@libero.it.“

Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.