Orlando fa il record, suoi i presidenti di tutte le 8 Circoscrizioni :ilSicilia.it
Banner Bibo
Palermo

Un "en plein" mai accaduto nella storia di Palermo

Orlando fa il record, suoi i presidenti di tutte le 8 Circoscrizioni

di
13 Giugno 2017

Ecco il valzer delle Circoscrizioni. Orlando fa il record assoluto, ottenendo l’en plein, un fatto mai successo prima. Tutti i “sindaci di quartiere” eletti…

 

Alla I Circoscrizione va Massimo Castiglia, che ottiene 3.285 voti (45,78%) e batte il candidato di Ferrandelli, Salvo Imperiale (2731 voti; 38,06%). Castiglia succede dunque a Paola Miceli.

 

Alla II Circoscrizione, l’uscente Antonio Tomaselli non si era ricandato, optando per il “salto” in Consiglio Comunale. Una sfida che però non gli è riuscita, poiché pur ottenendo il numero più alto di voti (ben 1.375) la sua lista Alleanza per Palermo non ha superato la soglia dello sbarramento, fermandosi al 4,22%. Lascia dunque il ruolo di presidente della Seconda Circoscrizione al collega Mario Greco, consigliere uscente, candidato di Orlando, che ottiene 10.183 voti (43,73%), battendo così il candidato di Ferrandelli, Paolo Serio, fermatosi a 7.914 voti (33,99%).

 

Alla III Circoscrizione viene confermato il presidente uscente, Antonino Santangelo che totalizza 10.805 voti (45,21%). Il candidato di Ferrandelli, Andrea Gulemi si ferma a 8.118 voti (33,97%).

 

Anche alla IV Circoscrizione c’è una conferma. Si tratta di Silvio Moncada, presidente uscente che ottiene ben 17.351 voti (45,77%), sconfiggendo l’ex consigliere Nino Tuzzolino, candidato di Ferrandelli, che si ferma a quota 13.596 (35.87%).

 

Una conferma alla V Circoscrizione, con la rielezione di Fabio Teresi che ottiene 13.105 voti (37.55%). Qui la coalizione di Ferrandelli si era spaccata, presentando all’ultimo momento 3 candidati: Francesco Paolo Di Maggio (7.059 voti; 20,22%), Andrea Aiello (8.017 voti; 22.97%) e Paolo Lo Cacciato “detto Tiziana” (680 voti; 1,95%).

 

Alla VI Circoscrione si riconferma Michele Maraventano, con 11.348 voti (42,19%). Il candidato di Ferrandelli Pippo Valenti si ferma a 9.509 voti (35,35%).

 

“Cambio della guardia” alla VII Circoscrizione, dove il presidente uscente Pietro Gottuso, schierato con Ferrandelli, perde lo sfida elettorale, fermandosi a 8.921 voti (34,89%). Al suo posto sale il candidato orlandiano Giuseppe Fiore, che ottiene 11.721 voti (45,84%).

 

Infine, all’VIII Circoscrizione c’è un’altra conferma: Marco Frasca Polara vince con ben 19.534 voti (47,8%) risultando così il più votato in assoluto tra tutti i presidenti delle Circoscrizioni di Palermo. Sconfitto Giuliano Forzinetti, che pur usufruendo del “detto Ferrandelli”, si ferma a 13.011 voti (31,84%).

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Deco