Orlando: "Nemici ra' cuntitizza si regolino, la mafia non governa Palermo" [Video] | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Dopo la vittoria del titolo di Capitale Italiana della Cultura 2018, il sindaco esulta

Orlando: “Nemici ra’ cuntitizza si regolino, la mafia non governa Palermo” [Video]

di
1 Febbraio 2017

«Noi Palermitani ci stiamo riprendendo la nostra città. Da 3 anni a questa parte le abbiamo azzeccate tutte, perché ci siamo ri-innamorati di Palermo: da luglio 2015, quando è diventata con le cattedrali di Monreale e Cefalù patrimonio dell’Unesco, a quando l’abbiamo candidata a San Pietroburgo come sede per “Manifesta 2018”. L’abbiamo azzeccata quando travolti dai giovani di Palermo abbiamo presentato la candidatura a capitale dei Giovani. Ieri abbiamo superato la competizione insieme ad altre 9 finaliste. Noi in quella competizione abbiamo manifestato una marcia in più, che è Palermo e la motivazione sembrava disegnata sulla nostra città». Così il sindaco Leoluca Orlando, a Palazzo delle Aquile, all’indomani dell’annuncio del ministero dei Beni culturali che ha assegnato al capoluogo siciliano il titolo di Capitale della Cultura 2018. 

A precedere l’intervento, un’esibizione dei piccoli musicisti dell’orchestra giovanile Brancaccio e teatro di ragazzi, che hanno intonato l’Inno di Mameli. «Noi ci mettiamo la faccia, cosa che qualche volta ci costa qualche sfregio ma viva Dio altre volte ci dà soddisfazione – ha aggiunto – sentendo le motivazioni ieri prima che venisse comunicato il nome del vincitore, ho detto: “È fatta“».

palermo-capitale-italiana-cultura-2018«La notizia è stata rimbalzata al parlamento Europeo dalla presidente commissione Cultura Silvia Costa, provocando uno straordinario applauso di consenso – ha sottolineato Orlando –. Tutti noi palermitani saremmo stati contenti per 10 anni se avessimo raggiunto uno solo di questi obiettivi. Questi singoli risultati che potevano riempire 10 anni di vita, sono stati conseguiti in sequenza. Tutto questo è un invito a una sana autostima, ad avere cioè rispetto delle bellezze dei nostri territori. Del resto chi è vivo ha dei problemi, ma abbiamo questo straordinario incoraggiamento».

«Questo dovrebbe consentire a qualche “nemico della contentezza” di darsi una regolata. Da Capitale della mafia siamo Capitale della Cultura, mi sembra un passo in avanti. La mafia non governa Palermo e non mi sembra un dettaglio». Il sindaco ha infine annunciato che il milione di euro stanziato dal Mibact alla città «sarà utilizzato per la formazione all’estero dei giovani palermitani. Utilizzeremo questa somma per farli andare fuori da Palermo affinché possano tornare più forti».

Il video della conferenza a Palazzo delle Aquile:

 

L’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano, ha ricordato che da oggi “parte un lavoro straordinario che dovrà essere fatto insieme come una vera squadra. Uno dei punti nevralgici sarà la zona della Kalsa e del waterfront. Fra qualche settimana apriremo la Chiesa dei Santi Euno e Giuliano a piazza Magione. Altri luoghi chiave saranno lo Spasimo, San Mattia, Sant’Elia, la stessa piazza Magione, e poi il Museo Pasqualino e l’ex convento di San Francesco. Diventerà un circuito fondamentale per lo sviluppo culturale di Palermo. Un altro punto nevralgico saranno, poi, i Cantieri culturali alla Zisa. L’assegnazione dei capannoni per il 2017 è stata quasi del tutto completata: entro la fine dell’anno i Cantieri saranno operativi a pieno ritmo”.

 

Le foto pubblicate dal Mibact:

Infine un video che testimonia le bellezze del Capoluogo siciliano, in soli 34 secondi:

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.