Orlando ultimo? Per Giusto Catania è un 'complotto' degli industriali :ilSicilia.it
Palermo

Il post dell'assessore

Orlando ultimo? Per Giusto Catania è un ‘complotto’ degli industriali

di
7 Luglio 2020

Leoluca Orlando, ultimo sindaco nella classifica del Sole 24 Ore. Qualcuno si stupisce, altri gioiscono e tra i commentatori emergono diverse spiegazioni, spesso, tra loro contraddittorie. Io non mi stupisco”. A leggere le prime righe del post di Giusto Catania, assessore comunale alla Mobilità a Palermo, c’è da restare stupiti.

Poi, però, scorrendo il testo, si capisce che l’esponente di Sinistra Comune ironizza e che la sua esternazione è tutta a difesa del primo cittadino di Palermo, finito in fondo alla graduatoria del gradimento dei sindaci di tutta Italia, che si traduce in un attacco al Sole 24 Ore e a Confindustria, proprietaria del quotidiano, teso a sottolineare come un giornale che appartiene a un’associazione di industriali non può che far finire in fondo alla classifica un sindaco difensore delle politiche pubbliche: “Se l’amministrazione comunale di Palermo avesse deciso di privatizzare il servizio di smaltimento rifiuti, invece di rinnovare per i prossimi 15 anni l’affidamento ad un’azienda interamente pubblica, il giornale di Confindustria avrebbe certamente collocato Orlando in testa a tutti i sondaggi. Oppure – mette la pulce nell’orecchio ai suoi follower, Catania – c’è qualcuno che pensa che il giornale di Confindustria non abbia nulla a che fare con le scelte economiche dei Comuni di questi ultimi trent’anni di privatizzazioni?”.

Tutta colpa del capitalismo, insomma. Le bare accatastate al cimitero dei Rotoli? La raccolta dei rifiuti efficiente solo a singhiozzo? Il malcontento creato dalle confusionarie regole sulla movida? I cantieri infiniti e i repentini cambi sulla viabilità cittadina? Normale amministrazione, nel senso che si tratta di problemi fisiologici che si trova a dover affrontare chi amministra la quinta città d’Italia, secondo Catania.

Quella del Sole 24 Ore, pare essere la tesi dell’assessore, sarebbe una strategia per far passare il messaggio che, potremmo riassumere, ‘privato è meglio’: “Ci sono tanti nodi irrisolti in città – afferma ancora Catania nel suo post –, governare Palermo è difficile e serve uno sforzo in più per risolvere ancora tanti problemi… ma il sondaggio del Sole 24 Ore serve a costruire una opinione, ad alimentare un dibattito, a consolidare l’opinione che per migliorare l’efficienza dei servizi pubblici c’è solo una ricetta: la privatizzazione. È la vecchia (e fallimentare) proposta di Confindustria e del suo giornale… e così Orlando e la sua amministrazione non possono che essere ultimi“.

Il sindaco in fondo alla classifica del Sole 24 Ore? Sembra quasi un complotto.

 

 

LEGGI ANCHE:

Gelarda: “Incredibile teoria del complotto di Giusto Catania. Più dignitoso il silenzio di Orlando”

Sindaci, Orlando sprofonda all’ultimo posto per gradimento

A Palermo vietato morire, orrore al Cimitero dei Rotoli | VIDEO

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.