Orrore al cimitero dei Rotoli, Orlando attacca i dipendenti infedeli: "Farabutti" :ilSicilia.it
Palermo

Marchese nominato 'commissario'

Orrore al cimitero dei Rotoli, Orlando attacca i dipendenti infedeli: “Farabutti”

di
10 Febbraio 2020

Conferenza stampa “infuocata”, a Palazzo delle Aquile, del sindaco Leoluca Orlando e dell’assessore Roberto D’Agostino sui servizi cimiteriali dopo il coinvolgimento di alcuni dipendenti in una indagine giudiziaria relativa a presunte mazzette ai Rotoli per le sepolture.

Gabriele Marchese dirigente responsabile dei servizi cimiteriali, rimarrà vicesegretario generale – annuncia il sindaco – chi ha interessi illeciti sul cimitero i farabutti che speculano la morte dei palermitani”.

Marchese, ex comandante dei vigili urbani e ad oggi vice segretario generale del Comune, gestirà dunque questa emergenza in città. La conferenza stampa è sulle iniziative adottate dall’Amministrazione per far fronte alla situazione cimiteriale.

Pochi giorni fa, l’indagine dei carabinieri ai Rotoli di Palermo ha coinvolto 8 tra impiegati comunali e dipendenti Reset, indagati per corruzione. Indagati anche due medici incaricati dall’Asp di Palermo.  Secondo gli investigatori sarebbero state riscontrate irregolarità sulla tumulazione dei defunti.

A seguito dell’indagine si è dimesso Elio De Roberto, che ha lasciato l’incarico di direttore del cimitero dei Rotoli dopo il blitz del 4 febbraio scorso.

“Noi ci costituiremo parte civile rispetto al fatto in quello che gli viene imputato. In riferimento alla triste vicenda dei cimiteri – ha detto Orlando – andiamo avanti nell’azione che ci è stata volta come la Reset non tutti siamo uguali e non tutti abbiamo le stesse responsabilità e noi confiniamo di affrontare con la dovuta forza questa condizione per riuscire con un progetto rispetto alla attuale emergenza ho convocato per domani la giunta che proporrà la nomina di un dirigente che si assuma tutte le responsabilità con riferimento alla gestione del cimiteri per apprezzare il lavoro che si è fatto per evitare che comportamenti presunti anomali e illegali che possano rovinare il lavoro fatto e mortificando la morte dei cittadini. Già ho individuato la figura del vicesegretario generale Dott. Gabriele Marchese per eliminare le vergogne che si sono consumate e per recuperare la dignità di una amministrazione per la possibilità sin da subito di abbattere le salme in deposito. Le persone coinvolte sono state tutte allontanate attraverso sanzioni disciplinari“.

 

Il primo cittadino afferma che: “Negli ultimi mesi – dice Orlando – abbiamo mandato diverse segnalazioni alla procura della repubblica e adesso ci affidiamo alla magistratura”. L’amministrazione intanto ha individuato altri 190 loculi. Il personale della Reset coinvolto nelle indagini sarà trasferito altrove e si stanno valutando eventuali procedimenti disciplinari.

Marchese in passato già ai cimiteri tornerà nel ruolo di “commissario”e a questo punto ritirerà la sua domanda di pensione già incardinata.

 

LEGGI ANCHE:

Mazzette per le sepolture a Palermo: inchiesta sul Cimitero dei Rotoli, 10 indagati

Palermo: il direttore dei Rotoli si dimette dopo l’accusa di corruzione

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.