Orrore nel Palermitano: pitbull incatenato e bruciato vivo | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

IL FATTO A TRABIA

Orrore nel Palermitano: pitbull incatenato e bruciato vivo

29 Maggio 2019

Legato con una catena ad un’auto e bruciato vivo. Sarebbe morto così stanotte a Trabia, in provincia di Palermo, un American pitbull terrier. Il fatto in via Ventimiglia: quando i pompieri sono giunti sul posto per domare le fiamme appiccate alla vettura abbandonata, hanno fatto la macabra scoperta.

Il povero cane era legato con una catena alla ruota anteriore sinistra. Un gesto incomprensibile denunciato su Facebook da un volontario animalista. “Mi chiamano in piena notte – scrive Salvatore Libero Barone -. Un povero pit dato alle fiamme in provincia di Palermo. Neanche il tempo di vestirmi e lui o lei non respiravano più. Il pit era pure incatenato ad un rottame”.

Secondo il suo racconto una coppia di ragazzi avrebbe assistito alla “sofferenza indicibile di questa ennesima vittima che bruciava lentamente e chissà da quanto”. Avrebbero provato anche a liberarlo ma “si sono ustionati anche loroscrive ancora l’animalista su Facebook – ed ormai era troppo tardi. Non so dove andremo a finire. Ormai ho smarrito ogni parola contro questa società brutale, infame, meschina”.

Secondo i primi accertamenti la vettura, di proprietà di un palermitano attualmente detenuto nel carcere Pagliarelli di Palermo, era abbandonata in quel terreno incustodito da diversi mesi. E il proprietario del pitbull, rintracciato grazie al microchip dell’animale, l’avrebbe usata come ricovero notturno per il povero animale. Legato all’auto, in quel terreno incustodito che costeggia la strada, il cane, però, stanotte ha trovato la morte tra atroci sofferenze.

Sulla vicenda indagano i carabinieri.

 

 

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.