17 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento alle 22.07
Caltanissetta

L'appello dell'esponente del Carroccio

Oscar Aiello candidato sindaco della Lega a Caltanissetta: “Vogliamo le primarie, ma risposte entro Natale”

1 Dicembre 2018

Il consigliere comunale di Caltanissetta Oscar Aiello è stato scelto dalla Lega di Salvini per essere il candidato del Carroccio alla carica di sindaco della città nissena.

Ma la Lega auspica che per scegliere il candidato primo cittadino della città nissena si possa passare per le primarie, e per questo ha fatto un appello a chi ci sta, al quale, però, fino a ora ha risposto favorevolmente soltanto Fratelli d’Italia: “la proposta rimane valida“, dice lo stesso Aiello.

A chi è rivolta? “Siamo disponibili a superare le vecchie categoria di destra e sinistra, vogliamo una candidatura condivisa, ma non ritorni al passato“. Ci tiene a marcare i segnali di apertura, Aiello, che però fissa anche un termine: “Entro Natale dobbiamo avere risposte“.

A Caltanissetta, per ‘benedire l’investitura’ di Aiello sono arrivati i vertici regionali del partito: il commissario regionale Stefano Candiani, i responsabili per gli enti locali Fabio CantarellaIgor Gelarda e il parlamentare nazionale di San Cataldo Alessandro Pagano.

Oscar Aiello ha 38 anni, è avvocato, laureato anche in Economia, responsabile provinciale della Lega a Caltanissetta, è consigliere comunale al secondo mandato. Tra le sue priorità, la facilitazione alla creazione di nuove opportunità di lavoro tramite il rilancio della  forza attrattiva della centralità territoriale di Caltanissetta, anche se ‘il grosso‘ del programma sarà condiviso con i cittadini: “Vogliamo dialogare con la cittadinanza – dice Aiello – e lavorare con chi ha a cuore gli interessi di Caltanissetta“.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Effetto e Conseguenza

La gente si lascia trascinare nelle polemiche guardando l’effetto che si ha davanti agli occhi e non le cause che lo hanno prodotto, ossia le conseguenze che ci hanno portato a ciò. Penso al caso del campo nomadi...