13 dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento alle 20.09
caronte manchette
caronte manchette

la rubrica della domenica

Ospite a “Bar Sicilia” l’assessore Bernardette Grasso: “Tutti i precari saranno stabilizzati” |VIDEO

24 giugno 2018

Guarda il video della ventesima puntata in alto

La nostra rubrica, oggi, domenica 24 giugno, giunge alla ventesima puntata. Questa settimana, ospite di “Bar Sicilia”, la trasmissione domenicale de ilSicilia.it condotta in redazione da Giuseppe Bianca, Alberto Samonà, Maurizio Scaglione, è Bernardette Grasso, assessore regionale alla Funzione Pubblica.

L’assessore Grasso interviene sulle ex Province e sui rapporti con lo Stato, a cui queste contribuiscono in modo pesante: “Noi vogliamo avviare un’interlocuzione con il nuovo governo, perché questo sistema è troppo gravoso per la nostra Isola e la Sicilia non può uscirne penalizzata”. Parla anche dei lavoratori precari, sottolineando come il governo Musumeci abbia in questi sei mesi avviato quel processo di stabilizzazione, che porterà alla fuoriuscita dal precariato i lavoratori degli enti locali e quelli regionali. Una materia che sta molto a cuore all’esecutivo di centrodestra, per dare dignità e sicurezza del posto di lavoro a migliaia di famiglie: “Tutti i precari saranno stabilizzati”.

A proposito dei prodotti dei Nebrodi, l’assessore sottolinea come le politiche del governo regionale saranno volte a creare un sistema di collaborazione fra gli enti, valorizzando anche tutti i piccoli produttori locali.

E infine, una piccola chicca: Bernardette Grasso svela un’antica ricetta della tradizione nebroidea: le “scorcia e civu”. Una prelibatezza assoluta.

Buona visione con la ventesima puntata di Bar Sicilia.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Radiografia, Tac e Pet: tra nuove tecnologie e ars medica

L’attuale presidente della Società Italiana di Radiologia Medica, professore Roberto Grassi, ha dichiarato un po' di tempo fa che "Abbiamo bisogno di clinici che facciano i clinici, di medici che facciano i medici, perché in gioco non c’è solo spreco di risorse, ma anche la sicurezza dei pazienti, che devono essere esposti a radiazioni ionizzanti solo se veramente necessario".
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Abbiamo molto da imparare

“Nzu”! Suono quasi gutturale che usciva con una smorfia da chi quasi a significarvi che “nenti sacciu e nenti sapia” voleva chiudere al nascere qualunque tipo di conversazione e tu sapevi che anche se ti fossi perso era certamente giunto in Sicilia.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.