Ostello Bello potrà aprire a Palermo, l'Ance: "Il Comune ora rilasci i permessi" :ilSicilia.it
Palermo

il commento di massimo miconi

Ostello Bello potrà aprire a Palermo, l’Ance: “Il Comune ora rilasci i permessi”

di
6 Marzo 2021

Ostello Bello potrà sorgere a Palermo: lo stabilisce il Tar che ha annullato il provvedimento del 17 luglio scorso del Comune, che a sua volta, aveva rigettato il permesso di costruire “per una pretesa difformità delle opere oggetto di istanza con lo strumento urbanistico”.

Adesso il Tribunale amministrativo ha dato ragione ai ricorrenti, Dario Mirri, che aveva acquistato l’immobile dell’ex centrale Enel di via Volta, e Carlo Alberto dalla Chiesa (omonimo e nipote del generale dei carabinieri ucciso dalla mafia e coinvolto nella realizzazione del progetto).

La decisione del Comune di negare i permessi aveva fato saltare sulla sedia, oltre agli imprenditori, anche l’Ance, l’associazione dei costruttori edili, che intravedeva all’orizzonte l’ennesima occasione persa per Palermo, dopo la virata di Decathlon, che ha deciso di virare verso Trapani dopo le vicissitudini palermitane, e di Ikea, il grande marchio scandinavo che ah dovuto rinunciare all’idea di aprire nel capoluogo siciliano.

Burocrazia e decisioni politiche che hanno rappresentato di fatto un impedimento a nuovi investimenti. Adesso, però, la decisione del Tar apre a nuovi scenari: “Da lunedì il Comune rilasci i permessi per costruire“, afferma con determinazione Massimo Miconi, presidente di Ance Palermo, che non è tenero nel giudizio dell’amministrazione attiva: “Manca completamente un governo politico. Abbiamo più volte interloquito con la giunta, ma senza risultati. Il Tar adesso ha dato ragione ai privati, il Comune si adegui e rilasci i permessi in ossequio alla decisione del giudice amministrativo“, conclude.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin