"Paesi Fantasma": a Palermo la presentazione del libro sui borghi più belli d'Italia :ilSicilia.it
Palermo

il 15 febbraio alla Biblioteca Comunale

“Paesi Fantasma”: a Palermo la presentazione del libro sui borghi più belli d’Italia

di
31 Gennaio 2020

Il libro “Paesi Fantasma“, che verrà presentato a Palermo sabato 15 febbraio alle ore 16.30 presso la Biblioteca Comunale (piazza Casa Professa 1), è un viaggio tra i più bei borghi d’Italia.

Edito dalla casa editrice Magenes e realizzato in collaborazione con i collettivi fotografici Ascosi Lasciti e Liotrum Sicilia, i maggiori esponenti del fenomeno dell’Urbex in Italia.

Si legge nella prefazione: “Arroccati sulle alture, nascosti tra le vallate, dispersi nelle campagne…centinaia di meravigliosi borghi fantasma. Strade deserte che non portano più da nessuna parte, la vegetazione che prende possesso delle case risalendo muri e penetrando le finestre rotte, da cui si intravedono le fotografie di famiglia appese alle pareti. Per quale motivo questi luoghi sono stati abbandonati? Progressivo spopolamento dovuto all’isolamento, calamità naturali, o che altro?

Secondo ad un altro volume già pubblicato l’anno scorso, dal titolo “Italian Urbex” viaggio tra i luoghi abbandonati d’Italia, stavolta con il libro “Paesi Fantasma” si sono accesi i riflettori su oltre 20 borghi italiani fantasma, deserti e abbandonati, di cui sei di questi si trovano proprio nel territorio siciliano, come Poggioreale e Borgo Schirò.

In occasione della presentazione a Palermo si inaugurerà anche una mostra fotografica allestita all’interno dell’adiacente chiesa di Santi Crispino e Crispiniano con le immagini raccolte nel volume ( fruibile dal 16 al 29 febbraio).

Ne discuterà con gli autori Giuliana Imburgia, organizzatrice dell’incontro insieme al fotografo Cristiano La Mantia, co-fondatore e responsabile del gruppo Liotrum Urbex Sicila; presente anche Eliana Calandra, direttrice dell’Archivio storico comunale di Palermo.

Cosa è l’Urbex

L’Urbex (abbreviazione di “Urban Exploration”, che tradotto letteralmente significa esplorazione urbana) è un movimento nato in Francia con la figura di Philibert Asprait, il primo esploratore delle catacombe di Parigi morto nel 1793: da allora, replicandone le gesta, gli Urbexter costituiscono un movimento di persone che vanno alla ricerca dei luoghi nascosti e dimenticati, luoghi invisibili agli occhi, quelli creati, vissuti e poi abbandonati dall’uomo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Avessimo almeno cercato un cambiamento

L’olio galleggia sull’acqua, ma poi strapazzare il contenitore, spargere in goccioline questo liquido più leggero dell’acqua, ma appena terminato lo stress le varie goccioline convergono nel centro riunificandosi e creando una unica chiazza galleggiante.

Se sei donna

di Mila Spicola

Tre donne siciliane che hanno fatto la Storia

Conosciamo in tanti la storia di Franca Viola, di Alcamo, che nel 1968, appena diciottenne, sostenuta dalla sua famiglia, rifiutò un matrimonio riparatore, diventando un simbolo della crescita civile dell'Italia nel secondo dopoguerra e dell'emancipazione delle donne italiane.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.