"PaGAGnini": al Teatro Biondo l'esilarante 'disconcerto' tra musica e ilarità :ilSicilia.it

appuntamento fuori abbonamento

“PaGAGnini”: al Teatro Biondo l’esilarante ‘disconcerto’ tra musica e ilarità

28 Gennaio 2020

È tempo di musica sul palcoscenico del Teatro Biondo che, in sala Grande, ospiterà come evento speciale fuori abbonamento, da martedì 28 gennaio (ore 21), l’estro musicale e teatrale di “PaGAGnini”.

PaGAGnini, nato dall’inventiva dall’artista libanese di origini armene Ara Malikian e dal collettivo spagnolo Yllana, unisce la musica classica con il virtuosismo e lo humour dei quattro interpreti: Eduardo Ortega (violino), Thomas Potiron (violino), Fernando Clemente (violino), Jorge Fournadjiev (violoncello), guidati dalla regia di David Ottone e Juan Francisco Ramos.

Pagagini

Il risultato è un divertente e sorprendente “disconcerto”, che passa in rassegna alcuni dei momenti più alti della storia della musica classica accostandoli, con ingegno e ironia, alla musica pop.

Questa combinazione di stili crea un mix di emozioni, un concerto in cui la serietà e la solennità della musica classica si sposano perfettamente con momenti di ingegnoso umorismo, espediente che si unisce all’elegante e virtuosa interpretazione di quattro eccezionali strumentisti, affascinando qualsiasi tipo di pubblico.

I musicisti si trasformano in showmen interpretando le arie più famose di Mozart, Vivaldi, Pachelbel, de Falla e, naturalmente, Paganini, la cui tormentata figura è il cuore della pièce.

Pagagini

Tutto lo spettacolo è condito da esilaranti gag: i violinisti saltano, si lanciano in “esecuzioni itineranti”, improvvisano un flamenco, e non mancano incursioni nella musica rock e pop, da Serge Gainsbourg agli U2.

La natura e soprattutto il linguaggio teatrale della stravagante compagnia spagnola, hanno fatto ridere le platee del mondo intero: puro teatro e puro divertimento, che coinvolge il pubblico in una irresistibile festa di musica e teatro.

Repliche fino al 2 febbraio.

Tag: