Palacongressi di Taormina: il bando non c'è, ma le grandi manovre sono iniziate :ilSicilia.it
Messina

primi rumors verso la gara d'appalto

Palacongressi di Taormina: il bando non c’è, ma le grandi manovre sono iniziate

di
8 Luglio 2020

Il bando non c’è ancora e bisognerà aspettare i prossimi mesi, chi avrà la meglio sarà operativo non prima del 2022, ma le prime grandi manovre tra i potenziali competitori interessati alla gestione del Palazzo dei Congressi di Taormina sono già iniziate.

Le condizioni di partenza non sembrano ideali per un investimento remunerativo e almeno nei primi anni sarà difficile far quadrare i conti per il gestore ma, come si dice in questi casi, Taormina è sempre Taormina e anche in tempi di crisi basta e avanza per attrarre le aziende. Alla finestra ci sono diverse società che già osservano le mosse del Comune e non manca qualche nome eccellente.

Stando ai primi rumors potrebbe entrare in gioco una società che opera in Italia ed anche all’estero, nel settore di servizi ed eventi, con sede a Torino, che è già impegnata nel territorio di Taormina.

E potrebbe esserci un ritorno di fiamma per il Palazzo dei Congressi da parte di Videobank Spa: la società di Belpasso che gestisce attualmente il Taormina Film Festival già qualche anno fa si era detta pronta a scendere in campo con un project financing per la gestione di questo immobile, salvo poi comunicare allora (nell’aprile 2016) il passo indietro per divergenze con il Comune.

Non è da escludere poi che possa farsi avanti anche un gigante come Pirelli che si era già interessato alla gestione del Palacongressi nel 2007, quando ci fu anche un sopralluogo da parte allora di un dirigente di Pirelli Re. Tra l’altro, proprio di recente, qualche mese fa, c’è stato un congresso organizzato in zona da parte di questo colosso internazionale. “Hanno fatto un congresso nel dicembre 2019 a Naxos, poi sono venuti anche a Taormina”, ha detto il sindaco Mario Bolognari.

Si punterà in ogni caso a captare ed incentivare il turismo congressuale in città attraverso questa struttura rimasta incompiuta da oltre 30 anni a questa parte e ristrutturata nel 2017, nell’anno del G7, con i lavori pre e post G7 finanziati per 4 milioni dal governo. Dopo l’avvenuto via libera del Consiglio comunale all’atto di indirizzo per avviare la predisposizione di un bando di gara, e che nello specifico aveva come oggetto “la concessione dei servizi di promozione e gestione delle attività congressuali e di organizzazione degli eventi”, ora si andrà ad approntare il bando con l’incarico ad un professionista.

La gestione dei servizi prevederebbe un importo a base d’asta di 44 mila euro più Iva annui per un periodo di 9 anni, anche se non si esclude che anche queste condizioni possano poi cambiare in corsa nel momento in cui verrà fatto cioè il bando.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.