Palazzo ex Ministeri: dopo il restauro ospiterà la biblioteca dell'Ars | Video intervista e Fotogallery :ilSicilia.it
Palermo

circa un anno di lavori

Palazzo ex Ministeri: dopo il restauro ospiterà la biblioteca dell’Ars | Video intervista e Fotogallery

di
16 Dicembre 2019

Guarda la video intervista in alto

Il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè ha illustrato alla stampa la prima fase dei lavori di messa in sicurezza che, in seguito, porterà alla prima fase del progetto di restauro, definitivo, di Palazzo ex Ministeri.

Acquistato dall’Assemblea nel 1987, il Palazzo ex Ministeri è un gioiellino risalente al XVII secolo, che oggi, per la prima volta, sarà reso fruibile a turisti e visitatori.

restauro Palazzo ex Ministeri
rendering del progetto di restauro Palazzo ex Ministeri

Il Palazzo, costruito come sede nobiliare nel 1600, che si trova in corso Vittorio Emanuele, tra l’ex ospedale San Giacomo e la Facoltà Teologica, ospita all’interno, al momento totalmente fatiscente (vedi fotogallery sotto), una bellissima scala elicoidale, in ottimo stato di conservazione, risalente al 1852, opera dell’architetto Carlo Giachery.

Il presidente dell’Assemblea regionale siciliana, Gianfranco Miccichè, ha tagliato il nastro del cantiere, con l’obiettivo di trasferirvi il vastissimo patrimonio bibliografico e documentale dell’Ars. Una prima parte del palazzo, infatti, nei tempi previsti di circa un anno, potrà diventare tra la’ltro un’emeroteca.

Finalmente inizieranno i lavori di un Palazzo importante finora chiuso alla città. La mia idea è di trasferirvi la biblioteca – ha detto Miccichè – Abbiamo una quantità incredibile di libri e un’emeroteca unica con tutti i giornali italiani, che al momento non vede nessuno“.

Un edificio che presenta notevole interesse storico-artistico per la varietà degli elementi architettonici e decorativi che documentano le trasformazioni avvenute fin dall’Ottocento.

Il Palazzo, dal 1987 a oggi, pur essendo stato oggetto di diversi studi, ha subìto un solo intervento di restauro, nel ’93, per il consolidamento delle fondazioni.

L’architetto Pasquale Riggio è il responsabile unico del procedimento. L’appalto della progettazione è stato affidato alla società d’ingegneria “R. Costanza”, mentre la direzione dei lavori a Stefano Biondo, direttore del Centro restauro della Regione siciliana.

L’impresa aggiudicataria è un’Ati, costituita dalle società “Cinquemani Gianpeppino” e “Aleonero impianti srl” di Favara (Ag) che si sono aggiudicate il bando pubblico.

Restituiremo alla città un edificio importante sul Cassaro abbandonato all’incuria del tempo che presto tornerà a risplendere. Tutto ciò è stato possibile grazie alla volontà del presidente Gianfranco Miccichè, del segretario generale dell’Ars, Fabrizio Scimè e del collegio dei Deputati questori“, ha detto Riggio.

Guarda la fotogallery sotto

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin