Palermo, a 5 anni dall'omicidio: “Verità e Giustizia per Daniele Discrede” :ilSicilia.it
Palermo

il commerciante ucciso a Passo di Rigano davanti alla figlia

Palermo, a 5 anni dall’omicidio: “Verità e Giustizia per Daniele Discrede”

22 Maggio 2019

Un Fratello non muore mai”, è questo il filo conduttore delle iniziative per la commemorazione del quinto anniversario dell’omicidio di Daniele Discrede, caduto il 24 Maggio 2014, durante un tentativo cruento di rapina, terminato nel peggiore dei modi, organizzate dal comitato spontaneo “Verità e Giustizia per Daniele Discrede”.

“Un Fratello non muore mai” – spiega Fabio Cocchiara, presidente del Comitato  vuole essere un’ulteriore testimonianza di impegno da parte della famiglia e della comunità che circondava d’affetto Daniele Discrede, nella soluzione di questo tragico evento, ed anche di supporto e stimolo alla Procura della Repubblica di Palermo che, a seguito della seconda opposizione da parte della famiglia Discrede alla nuova richiesta di archiviazione, sta decidendo se riaprire ulteriormente le indagini.

“Un Fratello non muore mai” è riferito al generale disinteresse del quartiere di Passo di Rigano e della città tutta, che in cinque anni non ha saputo fornire una minima informazione per potersi mettere sulle tracce degli assassini, nonostante la famiglia di Daniele si aspettasse un tangibile aiuto in tal senso, anche in forma anonima, facendone richiesta attraverso i mezzi di informazione e con la partecipazione a trasmissioni televisive nazionali.

“La scomparsa di Daniele – dice il fratello Vito – oltre a rappresentare una tragedia per la mia famiglia, è una forma di violenza inaccettabile per il vivere civile di questa città, visto che mio fratello è stato ucciso al termine di una giornata di lavoro, nella propria attività. Noi abbiamo il dovere di continuare a stimolare la coscienza dei palermitani, perché non ci si può sempre voltare dall’altra parte e perché un fatto del genere può capitare a chiunque, vista anche l’escalation dei fatti di criminalità da cui è stata afflitta Palermo, negli ultimi tempi.”

“Un Fratello non muore mai” dai primi giorni del mese di maggio si è rivolta ad un messaggio di giustizia e legalità, attraverso una serie di incontri nelle scuole Saladino del quartiere Cep; Antonio Ugo della Zisa ; Bonanno – Mantegna del quartiere di Boccadifalco; Emanuela Setti Carraro del quartiere Uditore; Colozza – Bonfiglio di via Imera.

Nelle scuole elementari e medie gli studenti sono stati coinvolti ad elaborare temi e disegni che ricordassero il triste evento e stimolassero riflessioni sulla legalità e la giustizia. I migliori elaborati saranno premiati con la donazione di libri.

Non mancherà nemmeno quest’anno la celebrazione sportiva del ricordo di Daniele Discrede, lui che sportivo lo è stato ad ottimi livelli, con la disputa del V Memorial di calcio a cinque, anche con una partita tra donne, e che avrà come seguito un gustoso terzo tempo tra gli atleti partecipanti, amici e conoscenti di Daniele.

IL PROGRAMMA DELLE MANIFESTAZIONI

-Venerdì 24 Maggio, alle ore 18 presso la chiesa di San Giovanni Apostolo, in via Filippo Paladini al CEP, si terrà una messa di suffragio in favore del commerciante ucciso;

-Venerdì 24 Maggio, alle ore 20 dalla chiesa di Piazza Passo di Rigano, sino a via Roccazzo 92, luogo dell’omicidio di Daniele Discrede, si snoderà la consueta fiaccolata, che non solo metaforicamente vuole mantenere alta l’attenzione della società, dei giudici e degli inquirenti sino alla completa definizione di questa vicenda.

-Sabato 25 Maggio alle ore 9.30, sui campi del Sole Club di viale Regione Siciliana, disputa della kermesse di calcio a 5 sino alle ore 13, quindi “terzo tempo” tra i giocatori partecipanti con grigliata in amicizia.

-Venerdì 31 Maggio alle ore 9.30, nell’Aula consiliare di Palazzo delle Aquile è previsto un forum-incontro con gli studenti degli istituti superiori della città dal tema: “Memoria e legalità. Un pensiero per Dani”. Esperienze e percorsi, memorie di legalità.

Parteciperanno all’incontro-dibattito la dottoressa Cangialosi, Comandante IV reparto volo elicotteristi della Polizia di Stato presso l’aeroporto di Boccadifalco; l’avvocato Toni Gattuso, legale della famiglia Discrede; Vito Discrede, fratello della vittima; il giudice Leonardo Agueci, già pubblico ministero della Procura della Repubblica di Palermo; il giornalista Roberto Puglisi, coordinatore della testata on line Livesicilia, che ha modererà gli interventi; l’attore Salvo Piparo; la signora Barbara Orrù vedova di un poliziotto del reparto scorte.

-Venerdì 31 Maggio alle ore 21 presso l’atrio di Palazzo delle Aquile si terrà la rappresentazione teatrale “Poeti ed Eroi”, piece di Salvo Piparo.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

“C’è un Uomo Solo al Comando”

Atteso quanto diceva il buon Bracardi quando asseriva che “l’uomo è una bestia”, nella sua bestialità questi sbaglia sempre allo stesso modo, pertanto, la memoria non deve essere soltanto rancorosa, ma deve servire per capire e andare avanti per non commettere gli stessi errori. Il perdono è un'altra cosa.