16 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 23.50
Palermo

presentato oggi il progetto

Palermo, a Brancaccio una piazza intitolata a Padre Puglisi e al Papa

18 Dicembre 2018
'
'
'
'
'

Scorri la fotogallery in alto

Il progetto esecutivo di una grande piazza a Brancaccio, intitolata al Beato Padre Pino Puglisi e a Papa Francesco, è stato consegnato oggi, 19 dicembre, dal Centro Padre Nostro al Comune di Palermo. Si chiamerà Agorà e avrà l’obiettivo di riqualificare il contesto urbano del quartiere, aprendolo lo stesso al resto della città. L’iniziativa ha incontrato il favore dell’Amministrazione comunale, disposta ad inserirla immediatamente nel Piano triennale delle opere pubbliche, nonchè in quello del governo nazionale ed in particolare del ministro per il Sud, Barbara Lezzi, per il suo finanziamento, attingendo ai fondi europei.

A settembre scorso il primo ministro, Giuseppe Conte, in visita presso l’Istituto Padre Puglisi di Brancaccio per inaugurare l’inizio dell’anno scolastico, aveva parlato di un’idea che gli era stata sottoposta e per la quale aveva promesso il proprio impegno. Oggi quell’idea è stata sviluppata ed è pronta per essere realizzata.

L’opera sorgerà nei terreni che si trovano tra via Brancaccio 389 e via Francesca Paola Pennino. Uno spazio di 14.500 metri quadrati, che collegherà la nuova chiesa in costruzione, attraverso un percorso inframezzato da punti di interesse e aggregazione, zone di sosta e aree libere per la socializzazione. Nello specifico la piazza si caratterizza per la presenza di un corso d’acqua, una cavea e un piccolo padiglione.

Il corso d’acqua concluderà il suo percorso in una vasca su cui si specchia un gruppo scultoreo che ricorda le figure del Beato Puglisi e del Santo Padre. La cavea, estesa circa 650 metri quadrati, potrà ospitare 350 persone, la porzione rivolta verso la vasca sarà interamente rivestita in bronzo dorato e su di essa saranno posti in rilievo alcuni passi dei discorsi più importanti di Padre Pino e di Papa Francesco, tra cui quelli pronunciati dal Pontefice in occasione della sua venuta a Palermo il 15 settembre scorso. Infine, il padiglione ospiterà un caffè culturale con uno spazio all’aperto dedicato.

L’intervento è completato dalla realizzazione di un parcheggio, dell’illuminazione pubblica e della viabilità al servizio della piazza.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

Cos’è il matrimonio?

Nel matrimonio è assolutamente sbagliato restare insieme a tutti i costi. Le liti possono essere campanelli di allarme prima del disastro e delle tragedie conseguenti a separazioni dettate dall’odio e dalla frustrazione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.