Palermo, a Palazzo Comitini in scena la mostra di Filippo Lo Iacono :ilSicilia.it
Palermo

Mercoledì 11 dicembre alle 10,30

Palermo, a Palazzo Comitini in scena la mostra di Filippo Lo Iacono

5 Dicembre 2019

Palermo e la Sicilia saranno le protagoniste della mostra pittorica Panormus Charm, Cultures and Innovations che il maestro Filippo Lo Iacono racconterà, attraverso una trentina di sue tele, giorno 11 dicembre a partire dalle 10,30 presso la Sala Martorana di Palazzo Comitini a Palermo.

Lirica, poetica e pittorica diventeranno espressione chiara di ciò che l’artista vuol far vedere, svelando scorci, monumenti, tradizioni, misteri e curiosità di una città che affascina. La ricerca della bellezza, elemento indispensabile nel viaggio dell’artista, sta non più solo nella forma nei volumi nei colori negli insegnamenti delle   antiche culture, ma negli occhi dei cittadini che, nella speranza proiettata alle nuove generazioni , ritroveranno sicurezza e fiducia, vivranno la necessità e sentiranno proprio questo meraviglioso patrimonio preservandolo.

Ad aprire la mostra sarà il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, seguirà l’introduzione della giornalista Katiuska Falbo. Altri interventi previsti sono quelli del magnifico rettore Fabrizio Micari, dell’artista Filippo Lo Iacono, del giornalista Carlo Guidotti, dell’assessore alla cultura Adham Darawsha.

A fare da moderatrice sarà la giornalista Katiusca Falbo che chiuderà pure il dibattito. Tra le altre personalità invitate a partecipare: Giulio Cusumano,consigliere comunale, Davide Morici presidente Confartigianato Turismo e Spettacolo, Aldo Palmeri, critico d’arte, lo scrittore Vittorio Lo Iacono, la giornalista Chiara Fici, Maurizio Lucchese che cura le note critiche, Sara Favarò giornalista e scrittrice, Alessandra Buttitta di Siciliando, Claudia Tripi vicepresidente di Una lotta per la vita onlus, Francesco Federico poeta critico e i giornalisti Marianna La Barbera, Joey Borruso e Mimmo Bessone.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Che Vuoi che Sia?

Basta che uno di questi missili venga lanciato “per errore”, che questi giocatori di Risiko non da tavolo, ma con le vite altrui, sbaglino ………. e un missile giunga su di noi, “finiu u cinema”!