Palermo: a Villa Niscemi l'Inail presenta il rapporto di fine mandato :ilSicilia.it
Palermo

giovedì 12 dicembre

Palermo: a Villa Niscemi l’Inail presenta il rapporto di fine mandato

di
10 Dicembre 2019

Si terrà giovedì 12 dicembre, alle ore 9:30, nella Sala delle Carrozze di Villa Niscemi, il resoconto delle attività svolte dal Comitato Consultivo Provinciale Inail di Palermo, giunto al termine del proprio incarico.

Il convegno, patrocinato dal Comune di Palermo e intitolato “32 mesi di tempo. Rapporto di fine mandato”, è stato organizzato per illustrare le proprie iniziative sviluppate in 20 sedute, 40 atti deliberati, 6 convegni di studio indetti, 64 eventi istituzionali.

Interverranno il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il Direttore Regionale di Inail Sicilia Carlo Biasco, il presidente di Sicindustria Palermo Alessandro Albanese in rappresentanza delle organizzazioni datoriali, il Segretario Generale della Cgil Palermo Enzo Campo in rappresentanza delle organizzazioni dei lavoratori.

Sarà presente, insieme ai consultori e alle consultrici, il vice presidente del comitato, Giacomo Riina. A svolgere la relazione di fine mandato sarà il presidente del comitato Michelangelo Ingrassia, tratterà le conclusioni il presidente del consiglio di Indirizzo e Vigilanza dell’Inail Giovanni Luciano. L’ospitalità al convegno sarà curata dagli allievi dell’I.P.S.S.A.R. “Francesco Paolo Cascino” di Palermo.

I Comitati Consultivi Provinciali presso le Sedi Inail sono organi collegiali istituiti con Legge della Repubblica 3 dicembre 1962, n. 1712, che assegna alle Prefetture il compito di costituzione dei Comitati su designazione indicata dalle istituzioni territoriali preposte alle politiche sanitarie e del Lavoro e dalle organizzazioni sindacali provinciali dei datori di lavoro e dei lavoratori. Il Presidente e il Vice Presidente sono successivamente eletti dai membri del Comitato, il cui Segretario è per legge il Direttore della Sede provinciale dell’Inail.

Abbiamo tentato di dare un contributo fattivo per garantire il diritto alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, in coerenza con la Legge istitutiva, cercando una maggiore interlocuzione con le istituzioni e la società civile perché crediamo sia giunto il momento di riassociare mondo delle competenze e forze sociali e istituzionali in una unica filiera per la prevenzione. Auspico il rapido rinnovo del Comitato e auguro buon lavoro a chi si insedierà“, ha dichiarato il Presidente uscente Michelangelo Ingrassia.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

La ddraunàra: i racconti di Silvana Grasso

È disponibile dal 16 luglio La ddraunàra, la raccolta di racconti di Silvana Grasso, a cura di Gandolfo Cascio ed edita da Marsilio che ripubblica così due opere, Nebbie di ddraunàra (Le Tartarughe 1993) e Pazza è la luna (Einaudi 2007).
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Zio Mariano era Stabile

Lui era di poche parole e ogni sua frase era una sentenza. Le persiane della sua finestra a balcone sono chiuse e sotto c’è soltanto un via vai di gente che si affanna per farsi notare.

I giannizzeri

A partire soprattutto dal 1850, il controllo del territorio in Sicilia diviene sempre più arduo per la gendarmeria borbonica. Gruppi armati dediti al malaffare, bande e banditi, nonostante l’inasprimento delle pene – il ricorso all’esecuzione diretta era prassi ordinaria - percorrevano senza molti contrasti le campagne siciliane e rendevano difficile garantire la sicurezza.
. Rosso & Nero .
di Elio Sanfilippo

Palermo fa acqua da tutte le parti, Orlando cambi tutto o si dimetta

I cittadini sono sommersi dall'immondizia, intere zone trasformate in discariche, lavori stradali che non finiscono mai, servizi pubblici che non funzionano, fino allo scandalo dei cimiteri dove non si capisce perché non si sono avviate le procedure per la costruzione del nuovo cimitero previsto dal piano regolatore.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.