Palermo, addio ai blocchi antiterrorismo: arrivano i dissuasori a scomparsa | FOTO :ilSicilia.it
Palermo

NELLE AREE PEDONALI

Palermo, addio ai blocchi antiterrorismo: arrivano i dissuasori a scomparsa | FOTO

di
29 Aprile 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

A Palermo arrivano finalmente i “bollards“, dissuasori a scomparsa automatici per sostituire i brutti blocchi di cemento “New Jersey”, le barriere antiterrorismo presenti nelle aree pedonali di via Maqueda e corso Vittorio Emanuele.

Tra un paio di settimane circa dovrebbero arrivare i primi 15 dissuasori automatici retrattili che consentiranno un accesso più sicuro e miglioreranno il decoro all’ingresso delle aree pedonali.

La proposta era partita già un anno fa dal gruppo consiliare M5S (LEGGI QUI), seguita poi dalla mozione approvata all’unanimità dalla VI Commissione (LEGGI QUI) composta da Ottavio Zacco, Alessandro Anello, Igor Gelarda, Toni Sala e Francesco Scarpinato.

Del resto, gli ingombranti blocchi di cemento deturpano i contesti storici e danno la sensazione di vivere in una città sotto assedio, alimentando il senso di paura da eventuali attacchi terroristici. La scelta dei bollards invece, garantisce sicurezza e allo stesso tempo un miglioramento estetico.

Oggi Giulia Argiroffi (M5S) scrive: «Avevamo proposto e chiesto la sostituzione dei blocchi “new Jersey” con dissuasori retrattili più di un anno fa in Consiglio Comunale e ci avevano riso contro… La demagogia è davvero un brutto strumento che rispecchia i modi di chi deride le idee altrui e poi le “rubacchia”, senza riconoscere meriti e valore».

 

LEGGI ANCHE:

Antiterrorismo: il M5S contro i blocchi di cemento in via Maqueda. Sì ai dissuasori a scomparsa

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.