Palermo: addio alle auto nei mercati storici. Accesso vietato anche col pass ZTL :ilSicilia.it
Palermo

Il provvedimento della Giunta Orlando

Palermo: addio alle auto nei mercati storici. Accesso vietato anche col pass ZTL

di
27 Agosto 2018

Al via il procedimento di pedonalizzazione e regolamentazione delle Zone a Traffico Limitato nei mercati storici “Capo”, “via Sant’Agostino” e “via Bandiera” nei quali varrà una restrizione della circolazione maggiore rispetto a quanto avviene nella più ampia zona della ZTL centrale.

Il provvedimento, anticipato a maggio da un’apposita delibera di Giunta del Comune di Palermo (LEGGI QUI) ora trova il via libera.

Le aree oggetto della nuova regolamentazione sono quelle che sono indicate come ZTL o come pedonali nel Piano Particolareggiato Esecutivo per il centro storico e nel Piano Generale del Traffico Urbano (PGTU), oltre ad alcune ad esse limitrofe, nelle quali la limitazione del traffico è funzionale alla migliore fruibilità e funzionalità delle prime.

Mercato capo pedonale
Capo

In particolare, nell’area dei tre mercati, dalle 8 alle 20 di tutti i giorni sarà vietata la circolazione di tutte le auto (anche munite di pass ZTL) e motocicli, ad eccezione di quelli dei residenti. Tale restrizione si protrarrà, inoltre, fino alle ore 24 del giovedì, venerdì e sabato, e la domenica mattina.

Il provvedimento mira a rivalutare le realtà commerciali e sociali dei mercati storici, nonché a favorire lo sviluppo di attività consone con il territorio, quale volano fondamentale per la vitalità, la vivibilità e l’attrattività di queste zone della città e per lo sviluppo dell’economia ad esse collegate.

Massimo Castiglia, Pres. I Circoscrizione
Massimo Castiglia, Pres. I Circoscrizione

Per il presidente della I Circoscrizione, Massimo Castiglia, “si tratta di un provvedimento importante perché frutto di un lungo dialogo e scambio di idee fra l’Amministrazione, la Circoscrizione, i residenti e i commercianti; un importante percorso di condivisione e partecipazione, analogo a quello che interessa altre zone del Centro storico”.

Il sindaco Leoluca Orlando sottolinea come “questo provvedimento è un ulteriore tassello di un percorso di sempre maggiore vivibilità e fruibilità del centro, in uno con il percorso di regolamentazione delle attività commerciali, che potranno finalmente svolgersi nel pieno rispetto della normativa, con importanti prospettive di sviluppo legate alla ritrovata attrattività turistica del centro e alla possibilità di ampliare la tipologia merceologica”.

Orlando vert“Questo provvedimento – conclude il sindaco – così tanto voluto proprio da commercianti e residenti, è un ulteriore stimolo a proseguire sulla strada delle pedonalizzazioni anche in altre zone della città e proprio per questo, nei primi giorni di settembre con l’assessora Riolo, le Commissioni consiliari Urbanistica e Attività produttive e con la Circoscrizione ci incontreremo per tornare ad affrontare il tema delle pedonalizzazioni a Sferracavallo“.

Su quest’ultimo punto infatti, il Comune aveva registrato un clamoroso flop all’esperimento di pedonalizzazione nella borgata marinara. L’area pedonale è stata revocata poche settimane fa, come richiesto dalla VII Circoscrizione.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Caro ministro Carfagna, dove lo trova tutto questo ottimismo?

Cara ministra Mara Carfagna, purtroppo il suo ottimismo non è condivisibile! Lei saprà, spero, le dimensioni delle problematiche siciliane! Lei sa che in Sicilia mancano un milione di posti di lavoro per arrivare al rapporto popolazione occupati dell’Emilia Romagna! E che quindi continueremo a perdere ogni anno 25.000 persone che non troveranno lavoro e che dovranno emigrare?

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Sicilia e la Resistenza

La Sicilia non ebbe modo di partecipare alla fase finale che determinò la caduta del Fascismo. Essa rimarrà estranea agli avvenimenti del 25 luglio e dell’8 settembre segnati dalle dimissioni di Mussolini, dalla fine dell’alleanza con la Germania di Hitler dopo l’armistizio firmato dal maresciallo Pietro Badoglio

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin
Banner Skin Ferranti